Pistoia, 9 marzo 2017 - Un ragazzo di 16 anni è morto nel tardo pomeriggio di ieri dopo essere stato travolto da un treno in provincia di Pistoia, tra Serravalle Pistoiese e Montecatini. L'ipotesi è che possa trattarsi di un suicidio. Ipotesi avvalorata in serata dai riscontri raccolti dalla Polfer che ha ascoltato il macchinista del treno coinvolto. Al momento, dunque, non si seguirebbero altre piste.

In base a quanto emerso, un portafoglio con i documenti del ragazzo sarebbe stato trovato vicino al luogo dell'investimento, situato tra l'altro in una zona non facilmente raggiungibile. Tutto è accaduto intorno alle 18.30 circa, lungo la linea ferroviaria Firenze-Pistoia-Lucca.

Il treno coinvolto è il regionale 3080. Poco prima delle 20.30, informa Fs, è stato dato via libera alla ripartenza del treno coinvolto nell'investimento. I passeggeri del convoglio hanno raggiunto la stazione di Montecatini e lì per chi doveva proseguire il viaggio, ha trovato un convoglio sostitutivo. La linea tra Pistoia e Montecatini è invece rimasta chiusa al traffico ferroviario per diverse ore.

Fs spiega che i passeggeri che erano in attesa nelle stazioni hanno potuto raggiungere le varie destinazioni con il servizio sostitutivo effettuato con i bus che è proseguito fino a quando non è stata ripristinata la circolazione lungo il tratto di linea interrotto al traffico dei treni.

Intorno alle 21.30 la circolazione regolare dei treni è ripresa e Rf ha specificato che 11 treni regionali sono stati sostituiti con bus fra Pistoia e Montecatini, mentre sono stati 2 i convogli cancellati per l'intero percorso.

 

Istituito treno straordinario da Viareggio per FI SMN via Pisa con fermate a Pisa C.le e Firenze Rifredi. Il treno 3089 è stato soppresso