La Spezia, 25 dicembre 2015 - «C’ERA UNA VOLTA una gatta che per Natale decise di andare a scaldare la grotta del Bambin Gesù. Scelse un presepe poverissimo, costruito con la rete metallica e tutto ciò che la natura offre. Chissà perché proprio quello... forse perché i gatti riescono a vedere cose che ai nostri occhi sono invisibili». Sembra una favola ma in realtà non lo è: accade a Valdellora, dove nel parco Isola Felice è stata realizzatauna natività in materiali poveri. Dal 18 dicembre una micia bianca con chiazze grigie attende, insieme al bue, l’asinello, una pecorella e la sacra famiglia, la nascita di Gesù Bambino. «Il problema – spiegano alcuni cittadini – è che lei non è fatta di rete metallica, anche se ama ciò che significa visto che da quella capanna sembra proprio non voler andar via. Felice corre nel parco, si arrampica sugli alberi e poi dorme tranquilla dentro la grotta insieme alle statue del presepe. Bella, dolce, giocherellona». La preoccupazione è che qualcuno abbia perduto la micia e speri di riaverla a casa per Natale. Da qui l’appello: se qualcuno la cerca può chiamare al 340/1657079.

Concludono i cittadini: «Oltre alla micia, a noi farebbe tanto piacere che al presepe arrivassero i Re Magi portando al bambinello una nave da crociera così riusciremmo a recuperare le tribune e completare il progetto del Villaggio dei Bambini».