Firenze, 10 febbraio 2018 - Il bestione è arrivato sano e salvo alle 2 di stanotte sui binari di Careggi. Dopo un’operazione durata praticamente tutta la notte che ha visto impegnati 10 vigili urbani e una squadra di 5 operai. La loro missione: trasportare sano e salvo sulle rotaie della linea 3 Careggi-Smn, il primo Sirio. Per farlo, al tir lungo più di 40 metri con un super-rimorchio, partito dal deposito di villa Costanza a Scandicci e arrivato dritto sui binari di viale Morgagni, sono servite quasi 6 ore. Il carico infatti non era da niente. Sopra al trasporto eccezionale nel pomeriggio di ieri, utilizzando dei «finti binari« era stato montato il tram lungo 32 metri, alto 2 e mezzo e pesante 40 tonnellate. Lo stesso che lunedì eseguirà i primi test dinamici sui binari tra piazza Dalmazia e il capolinea di Careggi. Tutto, brividi a parte, è filato liscio. Il maxi tir a una velocità di circa 40 chilometri all’ora, una volta uscito dall’autostrada ha attraversato viale XI Agosto, via Sestese, via Giuliani e via Dino del Garbo fino a entrare nel cantiere di viale Morgagni dove ha scaricato il convoglio.

Da oggi inizieranno le operazioni preliminari ai test di movimento mentre i fiorentini lunedì potranno vedere il primo dei nuovi Sirio muoversi lungo il tratto elettrificato: quello a doppio binario tra largo Brambilla a piazza Dalmazia. Fra i tratti già potenzialmente attivi ci sono anche i due a binario singolo in via Vittorio Emanuele II fino a via Mazzoni e in via Corridoni fino a via Bini. Le operazioni in questi giorni saranno condotte dai tecnici Hitachi che sono anche i responsabili della manutenzione dei convogli. La squadra nei mesi scorsi ha già terminato i collaudi statici nel deposito di villa Costanza, promuovendo gli esami del sistema di alimentazione, sistema informatico e impianto elettrico dei mezzi.

La scuderia dei Sirio infatti, scalpita già da mesi: il primo è arrivato in deposito a dicembre del 2015, mentre dal mese successivo la media di arrivo è stata in pratica di due al mese fino a un totale di 29 mezzi che, uniti a quelli della linea 1, formeranno una squadra da 46 convogli. I giorni cruciali saranno quindi lunedì per i test ma anche martedì. Alle 11 infatti si terrà il faccia a faccia tra l’assessore alla Mobilità, Stefano Giorgetti, il sindaco Dario Nardella e i vertici di Tram Spa. All’ordine del giorno il calendario, preciso al centesimo, che il Comune ha richiesto alla ditte con i tempi di completamento della linea 2. La stessa, la cui consegna potrebbe slittare di alcune settimane. Almeno due mesi secondo la previsione di Tram spa.

cla.cap