Firenze, 25 settembre 2017 - «Ho appreso di essere oggetto di indagine insieme ad altri 45 professori di diritto tributario. Sono certo che all'esito dell'indagine risulterà la perfetta correttezza del mio operato e la mia assoluta buona fede». Così il professor Roberto Cordeiro Guerra, tra gli indagati nell'inchiesta fiorentina sui concorsi universitari. Sette i provvedimenti di custodia cautelare per titolari di cattedra di diversi atenei dello Stivale. Per il professor Cordeiro Guerra c'è invece l'interdizione temporanea dall'insegnamento. E proprio su questo il professore dice: «Nel frattempo ritengo priva di ragione - aggiunge - la sospensione dall'attività di professore universitario, soprattutto per l'impatto sulle lezioni ed i corsi in pieno svolgimento».