Firenze, 11 gennaio 2017 - Il ministro dell'Interno Marco Minniti e il capo della polizia Franco Gabrielli sono arrivati al Cto dell'ospedale di Careggi a Firenze per fare visita all'artificiere della polizia di Stato rimasto ferito dallo scoppio di un ordigno artigianale la mattina di Capodanno nel capoluogo toscano (Leggi l'articolo).

Con lui anche il prefetto Alessio Giuffrida, questore di Firenze Alberto Intini, dirigenti e funzionari della questura. Minniti e Gabrielli avevano già visitato il poliziotto il 2 gennaio scorso.

"Tutto bene, sta andando tutto molto bene". Così il ministro dell'interno Marco Minniti parlando delle condizioni di Mario Vece, l'artificiere della polizia rimasto ferito a Capodanno per l'esplosione di un ordigno a Firenze, rispondendo ai giornalisti che lo attendevano fuori dal Cto dell'ospedale fiorentino di Careggi dove è ricoverato l'agente. Minniti e il capo della polizia Franco Gabrielli hanno lasciato il Cto dopo circa venti minuti di colloquio con l'artificiere. Vece, che a seguito dell'esplosione ha perso una mano e riportato gravi ferite a un occhio, risponde positivamente alle terapie ed è stato trasferito dal reparto di terapia intensiva del Cto a quello di chirurgia maxillo-facciale.