Una rotatoria a Fiumetto Ma la Soprintendenza boccia il percorso sportivo

Una rotatoria a Fiumetto  Ma la Soprintendenza  boccia il percorso sportivo
Una rotatoria a Fiumetto Ma la Soprintendenza boccia il percorso sportivo

"Siamo in pochi perché a quest’ora la gente lavora". La sincerità ha il volto di uno dei cittadini – meno di una decina – che venerdì pomeriggio alle 18.30 si sono recati al “Caffè Grimaldi“ di Fiumetto per l’incontro promosso dal sindaco uscente Alberto Giovannetti (nella foto durante il faccia a faccia), in corsa per un mandato-bis con il sostegno di Lega, Forza Italia-Pietrasanta prima di tutto e Ancora Pietrasanta. L’altra trentina di persone era composta da consiglieri e assessori uscenti, iscritti e simpatizzanti. Lunga la lista degli investimenti previsti a Fiumetto. "Intendiamo riorganizzazione piazza D’Annunzio – ha esordito Giovannetti – e realizzare una piccola rotonda all’incrocio tra il viale Apua e via Carducci. Inoltre il viale Apua sarà riasfaltato tra il lungomare e via Unità d’Italia, mentre per la Versiliana punteremo ai finanziamenti per il Piano decennale in modo da migliorarne il decoro". E poi ancora: il project financing per un’illuminazione pubblica tutta a led, la ristrutturazione degli spogliatoi al campo sportivo “Pedonese“, percorsi naturalistici attraverso la Versiliana o per collegare addirittura Motrone a Vallecchia, e molto altro come l’arrivo di nuove telecamere. Con un unico neo, però, annunciato dallo stesso Giovannetti: "La Soprintendenza non ci ha dato il nulla osta per l’allestimento di attrezzature sportive in Versiliana". Di contro, invece, è emersa la richiesta di nuovi alberghi a Marina e i dati forniti da Cna che indicano come Pietrasanta sia terreno fertile per le imprese che vogliono investire.

Infine le richieste dei pochi e volenterosi cittadini che hanno partecipato all’incontro. A chi ha fatto notare "i bagni pubblici fatiscenti", Giovannetti ha promesso che saranno riprogettati da cima a fondo, a partire dagli scarichi. In merito invece al futuro di piazza D’Annunzio, il sindaco uscente ha chiarito che la riqualificazione andrà condivisa con la Soprintendenza vista la presenza di vincoli paesaggistici.

Daniele Masseglia