Tutti al mare, nessuno escluso. In spiaggia disabili e cani-bagnino

Una giornata speciale per tanti portatori di handicap che hanno potuto divertirsi in acqua

Tutti al mare, nessuno escluso. In spiaggia disabili e cani-bagnino

Tutti al mare, nessuno escluso. In spiaggia disabili e cani-bagnino

Una giornata in spiaggia con soggetti portatori di handicap e i dolcissimi cani da salvataggio. In tanti hanno partecipato a "Tutti al mare, nessuno escluso", la campagna promossa dalla sezione Toscana della Scuola italiana Cani Salvataggio giunta alla quarta edizione. Alla Spiaggia Dei Bambini Giorgio Salvatori si sono dati appuntamento, oltre ai cani bagnino della Sics, diverse associazioni ai fini di una più giusta integrazione sociale dei soggetti portatori di handicap nelle località balneari. Come per le scorse edizioni testimonial della campagna Eleonora, una bambina affetta da paralisi celebrale infantile, i cui genitori hanno fondato l’associazione “Il sogno di Ele”, accompagnata da ragazzi e ragazze de: Le Briccole Special di Pietrasanta. Alla giornata hanno preso parte anche gli uomini della Guardia Costiera del locale Ufficio Marittimo diretto da Massimo Pecchioli. Tutti i partecipanti hanno avuto modo di interagire in spiaggia con le unità cinofile della Sics e fare un bagno in mare, in totale sicurezza, accompagnati dai fedeli cani bagnino.

"Da qualche anno la giornata – sottolinea Salvo Gennaro responsabile Scuola Italiana Cani Salvataggio Toscana – vuole essere un momento di riflessione per l’intera collettività al fine di migliorare la fruibilità del mare e dell’arenile a soggetti con mobilità limitata. I nostri cani, con la loro empatia, si fanno promotori di un messaggio di sensibilizzazione per le amministrazioni locali ed istituzioni affinché si adoperino al superamento delle barriere e dei pregiudizi". Questa la ragione per cui la Scuola Italiana Cani Salvataggio, organizzazione di Protezione civile che durante la stagione balneare vigila sui litorali per la salvaguardia della vita umana in acqua, ha inteso promuovere delle giornate dedicate a coloro che si trovano in condizione di disabilità temporanea o permanente, e che intendono godersi lo splendido mare Toscano, ma non potendo permettersi economicamente i costi esosi, applicati dagli stabilimenti balneari, per il servizio di ombrellone e sdraio, si ritrovano senza un vero e proprio accesso alla spiaggia pubblica. L’assessore Elisa Galleni, presente all’iniziativa, ha ribadito come l’ente "ha a cuore l’integrazione sociale dei soggetti portatori di handicap, specie nella stagione estiva, con azioni tese a consentire a queste persone meno fortunate di godere una giornata di mare, abbattendo ogni barriera fisica e mentale"