Massimo Remorini (foto Umicini)
Massimo Remorini (foto Umicini)

Viareggio, 15 luglio 2014 - Condannati. Massimo Remorini, 57 anni di Viareggio, si è visto infliggere trent'anni di reclusione per l'omicidio e la soppressione di Maddalena Semeraro, 80 anni, una delle donne (la più anziana) scomparse anni fa dalla roulotte a Torre del lago dove vivevano in condizioni disumane. Per Remorini anche otto anni aggiuntivi per sequestro di persona e circonvenzione di incapace. Condanna a 16 anni di reclusione per Maria Casentini, 54 anni, l'ex badante della vittima, accusata di concorso in omicio e soppressione del cadavere.

A Remorini invece non è stato addebitato l'omicidio della figlia della vittima, Velia Carmazzi, 59 anni, anche lei sparita nel nulla come la madre. Secondo i giudici della Corte d'assise di Lucca che oggi alle 15,30 hanno emesso la sentenza Velia Carmazzi, la figlia, sarebbe morta per cause naturali. Poi Remorini con l'aiuto della Casentini avrebbe ucciso la madre e occultati entrambi i corpi. Assoluzione invece per Francesco Tureddi, 60 anni, e Maurizio Pasquinucci, 26 anni, per i quali il pm aveva chiesto la condanna per favoreggiamento. Massimo Remorini dovrà inoltrea pagare 200 mila euro di risarcimento a David Paolini rispettivamente figlio e nipote delle due scomparse, 50 mila euro a Sabrina Paolini figlia e nipote delle due scomparse.