Lutto a Forte dei Marmi, addio a Nardini architetto-artista

Ha fatto rinascere la Marguttiana: "L’edizione 2023 dedicata a lui". Il sentito cordoglio espresso dal direttivo dell’associazione e dall’amministrazione comunale

Edmondo Nardini è stato tra i primi architetti di Forte dei Marmi
Edmondo Nardini è stato tra i primi architetti di Forte dei Marmi

Forte dei Marmi, 2 aprile 2023 – Addio all’architetto-artista. E’ scomparso a 85 anni Edmondo Nardini, anima indiscussa della MarguttianArte che viene organizzata ogni anno con successo in via Pascoli, e lui stesso protagonista delle espressioni artistiche più creative come la pittura con la sabbia. Fortemarmino doc, ha frequentato a Pietrasanta la scuola d’arte Stagio Stagi ottenendo la qualifica di maestro d’arte nel 1957. Nel 1961 si è diplomato al Liceo Artistico di Carrara per poi partecipare a numerosi corsi di pittura e di scultura catturando l’attenzione di critici e estimatori d’arte. Nel 1969 la laurea in architettura al politecnico di Milano dove nel corso di composizione architettonica, seguita dall’architetto Gae Aulenti, ha potuto arricchire il suo studio sia su temi decisamente urbanistici che di designer.

Tra i primi architetti di Forte dei Marmi, non ha mai messo da parte quell’irresistibile vocazione per la creatività tanto da tornare nei primi anni del 2000 a dipingere e a contribuire anche alla rinascita della storica MarguttianArte fondata nel 1962 dagli artisti del Quarto Platano Walter Lazzaro, Carlo Carrà, Ugo Guidi, Funi, Ordavo e Pieraccini, per poi perdere di smalto. Nardini, diventandone presidente, ha potenziato l’iniziativa valorizzandola grazie a scambi culturali con Dubai e collaborando con l’associazione I colori della pace, oltre ad aver sempre unito l’arte a valori più alti. Un impegno che non ha mollato neppure negli ultimi giorni di vita, quando la malattia era incalzante.

Il consiglio della Marguttiana è in lutto. "Lo ricorderemo – dice la vice presidente Maria Vita – per la sua dedizione e il suo amore per l’attività della Marguttiana per la quale si è speso senza riserva e resterà nella memoria storica dell’associazione. Era una persona bella e amante del bello che ha amato tutti gli artisti della Marguttiana in egual modo facendo tornare la manifestazione a livello internazionale. Dedicheremo a lui l’esposizione 2023". Anche il sindaco Bruno Murzi e l’amministrazione comunale si stringono al dolore della famiglia, della moglie Daniela e dei figli Fabio e Michele. La salma sarà è esposta alla Croce Verde in attesa dei funerali.

Francesca Navari