Le fontane rimesse a lucido. Puliti i rivestimenti in marmo: "Così si migliora il decoro"

Maestranze comunali in azione dietro la chiesa di Ripa e nella centrale piazza Carducci. Il prossimo intervento riguarderà il Fontanaccio. Bernardi: "Lo faremo con più regolarità".

Le fontane rimesse a lucido. Puliti i rivestimenti in marmo: "Così si migliora il decoro"

La fontana di piazza Carducci

Il decoro del territorio comunale passa anche dal restyling delle sue caratteristiche fontane in marmo. È con questo spirito che giorni fa le maestranze comunali hanno provveduto alla pulizia della fontana dei Puttini, in piazza Carducci a Seravezza, e di quella in via Alessandrini, accanto al parco pubblico dietro la chiesa di Ripa. Entrambe le fontane necessitavano di una pulizia, in particolare per la rimozione della patina che si forma con il tempo. "Interventi che sono stati condotti attraverso una pulizia superficiale ma efficace – spiega l’assessore al decoro urbano Adamo Bernardi – utilizzando acqua e prodotti non aggressivi, con l’obiettivo di far riemergere pienamente lo splendore e il candore del marmo". La fontana di Ripa, vicino al parchetto che ospita il monumento al migrante, è interamente realizzata in marmo e molto utilizzata da chi frequenta il parco, pieno di attrazioni per bambini. A seguire toccherrà al Fontanaccio, sempre a Ripa, restaurata due anni fa. "Adesso si tratterà di procedere, anche qui – aggiunge Bernardi – con un intervento più semplice di pulizia superficiale dalle macchie verdognole che si creano. Un’opera che rientra nell’ordinaria manutenzione del territorio e che deve avvenire con una certa regolarità".

Quanto alla fontana dei Puttini, nella centrale piazza Carducci, per l’intervento di pulizia sono stati impiegati prodotti idonei, acqua e il cosiddetto “olio di gomito”, restituendo alla cittadinanza lo splendore di questo manufatto realizzato nel 1877 da Gaetano Salviotti in marmo bianco e bardiglio del Monte Costa. Costituita da un corpo centrale di forma triangolare, la fontana ha tre vasche circolari sormontate da altrettante sculture in marmo che rappresentano dei puttini che cavalcano un pesce.