I nuovi dossi sulla via del Muro: "Una toppa peggiore del buco"

I consiglieri della Lega sostengono che i nuovi dossi sulla via del Muro non siano la soluzione migliore per la sicurezza stradale. Propongono invece di affrontare il vincolo di preservazione pendente e allargare la carreggiata per creare una strada sicura.

"I nuovi dossi sulla via del Muro rischiano di essere la classica “toppa peggio del buco”" dichiarano i consiglieri della Lega, Alberto Pardini e Walter Ferrari. "Seppur fondata su buone intenzioni siamo convinti che questa soluzione non sia la migliore - spiegano i consiglieri -. Abbiamo percorso in prima persona il tratto della via del muro e ci sentiamo di sottolinearne la pericolosità: rallentamenti improvvisi, motocicli e veicoli leggeri come le classiche “api” messi in difficoltà, in una strada stretta e pericolosa". "Con il viale dei Tigli spesso chiuso, la via dei Lecci è l’unica alternativa “lato mare” alla ferrovia per raggiungere il centro città e la Darsena, e non può essere un percorso ad ostacoli – proseguono i consiglieri –. Se vogliamo risolvere i problemi di quella viabilità bisognerebbe attuare la mozione da noi presentata nel maggio 2022, e votata da tutto il consiglio, in cui si chiedeva di affrontare la questione del vincolo di preservazione pendente sul muro, poi allargare la carreggiata e creare una strada sicura e percorribile".