Fuochi e botti. Sancito il divieto

L'ordinanza del Comune di Massarosa vieta l'utilizzo di fuochi d'artificio in luoghi affollati e a rischio incendi fino al 7 gennaio. Sanzioni da 25 a 500 euro per chi non rispetta il divieto.

Fuochi e botti. Sancito il divieto
Fuochi e botti. Sancito il divieto

Entrata in vigore l’ordinanza di divieto di utilizzo di fuochi d’artificio, di ogni genere nel Comune di Massarosa in determinati luoghi e situazioni nel periodo fino al 7 gennaio. Il divieto riguarda nello specifico i luoghi di aggregazione o comunque tutti quelli affollati e le aree a rischio di propagazione degli incendi, in prossimità di scuole di qualsiasi ordine e grado e in prossimità di corsi d’acqua, in prossimità di strutture assistenziali, uffici ed edifici pubblici, giardini e parchi pubblici, impianti sportivi, zone militari, luoghi di culto o comunque i luoghi nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storica, archeologica, architettonica o ambientale, tutte le proprietà ricadenti nelle aree boscate, nonché le zone protette, contigue o comunque rientranti sotto tutela del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli.

"I fuochi d’artificio e botti possono determinare effetti negativi per la quiete pubblica, la sicurezza, l’incolumità delle persone e degli animali – spiega la Sindaca Simona Barsotti - l’uso indisciplinato e non consapevole degli strumenti pirotecnici, sebbene legalmente venduti, potrebbe comportare situazioni di danneggiamento al patrimonio pubblico e di disagio alle persone, soprattutto se in difficoltà o ricoverate in strutture e agli animali, per questo abbiamo predisposto questa ordinanza".

Il divieto vale all’interno del territorio del Comune di Massarosa dal 30 dicembre e fino al 7 gennaio e l’inosservanza delle disposizioni contenute nel presente provvedimento è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 a 500 euro.