Folla in banchina per le signore del mare

Il bel mondo delle Vele Storiche richiama visitatori che creano un indotto per negozi e ristoranti

Folla in banchina per le signore del mare

Folla in banchina per le signore del mare

Le regate delle Vele Storiche, 63 barche da sogno all’ormeggio davanti al Club Nautico, danno lustro alla città ma hanno anche un ritorno economico-turistico.

ritorio con importante ritorno economico. Ne parliamo con il presidente del Club Nautico Roberto Brunetti, che come sempre mette a disposizione le strutture e un team organizzativo con in testa il vice presidente Marco Brusco.

"Il nostro Club – dice il presidente Roberto Brunetti – rappresenta il top per la vela in ogni tipo di regata, come riconosciuto più volte dalla Federazione e da tutti gli enti e sponsor coinvolti. Con questa manifestazione ad ottobre riusciamo a portare a Viareggio e in Versilia centinaia di persone, anche dall’estero, oltre ai numerosissimi visitatori e curiosi che possono ammirare le barche dalle nostre banchine. In tal modo contribuiamo ad moltiplicare fuori dalla stagione balneare un elemento fondamentale per l’economia della città come il turismo degli eventi. E ne siamo veramente contenti perché per Viareggio siamo sempre a disposizione con molte iniziative sia sportive sia culturali. Il Club è dei soci ma anche aperto alla città, e mi fa piacere che gli operatori turistici traggano benefici da questo importante raduno a cui teniamo molto".

Gianni Fernandes, presidente dell’Associazione Vele Storiche Viareggio, ripercorre le tappe della manifestazione: "L’idea iniziale fu di Francesco Barthel, che nel 2005 volle sperimentare un raduno di imbarcazioni d’epoca come già si faceva in alcuni porti italiani. Insieme ne parlammo, essendo già soci del Club Nautico, con l’allora presidente Federigo Landucci che rimase entusiasta dell’idea e predispose tutto per l’organizzazione. Eravamo 21 barche. Oggi dopo diciotto anni, siamo a 63. Una crescita eccezionale, e ne siamo veramente orgogliosi, sia per il prestigio delle imbarcazioni e, ovviamente degli equipaggi, che amano Viareggio come noi. Oltre a creare un ritrovo annuale tra amici e esperti delle vele storiche, Viareggio trae indubbio beneficio per il turismo sportivo, e direi anche nautico culturale per le centinaia di persone tra equipaggi e amici che vengono qui anche per degustare l’ottima cucina viareggina, a pernottare negli alberghi e a fare shopping di un certo livello. Insomma Viareggio fuori stagione è bella, accogliente, e per la nostra associazione è il massimo. Un’ultima cosa: vogliamo coinvolgere gli studenti del nautico Artiglio per provare esperienze in equipaggio con noi, per la loro formazione e per farli appassionare ad una realtà in crescita”.

Stamani sabato alle 11 parata delle imbarcazioni in uscita dal porto e regata. In serata cena degli equipaggi al cantiere Del Carlo. Anche domani le vele storiche saranno in regata davanti alle spiagge delle Versilia.

Walter Strata