Famiglie ebree salvate dall’eccidio. Il ricordo commosso dei loro parenti

Le sorelle Venturelli raccontano l'atto di gentilezza della famiglia Rossi che ha salvato la loro madre ebrea durante la Shoah, durante un evento a Pietrasanta per la Giornata della memoria.

Famiglie ebree salvate  dall’eccidio. Il ricordo commosso dei loro parenti
Famiglie ebree salvate dall’eccidio. Il ricordo commosso dei loro parenti

Lo hanno definito "un atto di gentilezza", consapevoli di essere al mondo grazie a chi aiutò la loro madre a fuggire dai nazifascisti. Una tesimonianza emozionante quella delle sorelle Chiara ed Elena Venturelli, protagoniste in municipio dell’iniziativa promossa dalla presidenza del consiglio per la Giornata della memoria. Agli studenti delle medie “Barsanti” e del “Don Lazzeri-Stagi” hanno raccontato quanto riportato dal professor Marco Piccolino nel libro “Dalla Versilia alla Garfagnana. Storia di Ebrei e di giusti”. "La famiglia Rossi – hanno spiegato – diede una speranza a nostra nonna, ebrea, e alle sue due bimbe, tra cui nostra madre Franca Sraffa, scomparsa nel 2022, mettendole al sicuro. Scamparono alla Shoah grazie agli abitanti di Farnocchia, Greppolungo e San Pellegrino in Alpe, con l’aiuto di don Innocenzo Lazzeri, il dottor Mario Lucchesi e i contadini Giuseppe Mansueto e Maria Rossi".