Eventi di Natale: "Un programma condiviso"

Il Comune di Seravezza sta organizzando un calendario di iniziative natalizie per valorizzare le tradizioni del territorio. Eventi musicali, teatrali e mercatini animeranno il periodo natalizio, con l'illuminazione di strade e piazze. Associazioni invitano a inviare i progetti delle proprie attività.

Eventi di Natale: "Un programma condiviso"

Eventi di Natale: "Un programma condiviso"

È partita la macchina organizzativa del Comune in vista delle prossime festività natalizie, con l’obiettivo di giungere alla predisposizione di un calendario unico di iniziative da realizzare sul territorio. Da una parte si sta lavorando alla programmazione degli eventi promossi direttamente dall’amministrazione comunale, dall’altra a creare una rete di collaborazione con le varie realtà per un programma condiviso. "L’obiettivo è di proseguire sulla strada intrapresa – spiega la consigliera comunale Tessa Nardini, delegata al coordinamento degli eventi culturali e turistici – senza sovrapposizione di eventi, dando visibilità alle iniziative di tutti i paesi, per una valorizzazione e promozione di ogni territorio e delle sue tradizioni".

La tradizione sarà, ancora una volta, il filo conduttore di questo Natale, puntando a favorire un clima che faccia sentire il calore della festa in un momento assai difficile a livello internazionale. In questo contesto di generale preoccupazione, risuoneranno anche i canti gospel che, dopo il successo dell’anno scorso con una serata svoltasi a Querceta, saranno confermati nel calendario natalizio, assieme a due concerti di livello che verranno svelati al momento della presentazione degli eventi. Dunque mercatini, spettacoli musicali e teatrali saranno tra le iniziative in programma a partire dai primi di dicembre sino all’Epifania. Alle iniziative farà da cornice l’addobbo dei paesi con l’illuminazione di strade e piazze, così come di alcuni alberi naturali presenti in alcuni paesi. Gli uffici turismo e associazionismo invitano le associazioni che non abbiano ancora provveduto a inviare, quanto prima, il progetto delle proprie attività a: [email protected] - per favorire il coordinamento