MARIA NUDI
Cronaca

"E (sul palco) penso a te". Il canto libero di Monica Lucchesi : "È medicina contro il parkinson"

Da 38 anni combatte con la patologia neurodegenerativa, ma nella musica trova energia e gioia. Con lei anche il marito Luca Puccinelli, bancario in pensione, che suona la chitarra elettrica.

"E (sul palco) penso a te". Il canto libero di Monica Lucchesi : "È medicina contro il parkinson"

"E (sul palco) penso a te". Il canto libero di Monica Lucchesi : "È medicina contro il parkinson"

Viareggio

Sulle note di E penso a te di Battisti il cuore di Monica Lucchesi 63 anni, batte forte, la voce arriva ai cuori degli spettatori e lei dimentica tutto. Dimentica che da 38 anni sta affrontando una malattia difficile che ha messo alla prova la sua vita, ma che ha affrontato con grinta grazie anche alla famiglia che la abbraccia ogni giorno. E da poche settimane anche grazie al canto. Una passione che ha sempre avuto e che da quando va a lezione da Milena Giordani, docente di musicoterapia nella scuola “In Musica Viareggio“ vive in pieno: domenica si esibirà per la terza volta al Pool Jazz Club alle Bocchette e con lei si esibisce il marito Luca Puccinelli, bancario in pensione, con la musica nel cuore. Mamma di Tanja e Virna, nonna di Alice e Nicola, una storia d’amore lunga 40 anni con Luca Puccinelli, un lavoro come segretaria amministrativa in una farmacia, Monica Lucchesi, dona a La Nazione la sua esperienza di come ha affrontato la malattia e come l’arte la abbia aiutata: lei dipinge, cuce, crea gioielli e canta. "Se posso essere utile a chi vive patologie importanti ne sarà felice", dice seduta in redazione affiancata dal marito.

Come ha scoperto la malattia?

"Avevo 38 anni e mi sono accorta che quando scrivevo i numeri avevo delle difficoltà. E così sono partiti i controlli, gli esami, stavo bene. E stato l’approfondimento dal neurologo a svelare la patologia. Lui non mi ha mai detto Parkinson. In realtà è una forma di Parkinson atipica", racconta, lo sguardo fiero, e gli occhi che svelano tutti i sentimenti che vive da 38 anni.

Monica Lucchesi dipinge è sua la copertina del libro di poesie e racconti che ha scritto il marito “Chi ha le ali... voli!“ (Pezzini editore). Ma il canto è la sua passione e il caso, quel destino beffardo che ha messo sul suo percorso la malattia, ha fatto in modo che lei ora si esibisca in pubblico.

"Mio marito frequenta da marzo dello scorso anno come allievo la scuola “In MusicaViareggio“ dove studia chitarra e così a ottobre ho deciso di iscrivermi e ho incontrato Milena Giordani che è docente di musicoterapia e che si occupa degli effetti benefici della musica e del canto. Ma lei è stata cosi carina che all’inizio non mi ha detto niente di questo aspetto che ho scoperto dopo".

Come la aiuta la scuola e cosa prova quando canta?

"La musica e il canto mi fanno sentire libera. È pura gioia".