Non una linea di febbre, né un colpo di tosse. Nessun sintomo riconducibile al Coronavirus. Ma è stato uno scrupolo a condurre un uomo di mezza età, viareggino, in un laboratorio analisi privato per sottoporsi al test sierologico. Che ha dato esito positivo. E allora, come prevede la procedura sanitaria, l’uomo si è sottoposto poi al tampone. Anche quell’esame ha dato esito positivo. Così la città torna a...

Non una linea di febbre, né un colpo di tosse. Nessun sintomo riconducibile al Coronavirus. Ma è stato uno scrupolo a condurre un uomo di mezza età, viareggino, in un laboratorio analisi privato per sottoporsi al test sierologico. Che ha dato esito positivo. E allora, come prevede la procedura sanitaria, l’uomo si è sottoposto poi al tampone. Anche quell’esame ha dato esito positivo.

Così la città torna a registrare un nuovo contagio, com’è accaduto la scorsa settimana. Il dipartimento di prevenzione dell’Asl Toscana Nord Ovest ha immediatamente messo in atto l’opera di tracciamento dei contatti diretti dell’uomo per cercare di spezzare sul nascere la catena dei contagi, che dai familiari potrebbe altrimenti estendersi agli amici, ai colleghi di lavoro. I primi tamponi effettuati alle persone più vicine hanno dato esito negativo, e si attendono i risultati di quelli ancora in corso. Non avendo sintomi rilevanti, o comunque preoccupanti, l’uomo si trova in isolamento domiciliare. E sono state disposte le quarantene fiduciarie.

In tutta la Regione, dall’inizio dell’epidemia, sono stati registrati 10.530 i casi di positività al Coronavirus, 11 in più rispetto a ieri: 4 nuovi casi sono stati identificati in corso di tracciamento e 7 da attività di screening. Due degli 11 nuovi casi sono stati identificati grazie ai test effettuati negli aeroporti toscani. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 438.634, 3.893 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 415, +2,5% rispetto a ieri. Degli 11 casi toscani, ben 6 sono quelli che insistono nella Provincia di Lucca. Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Asl Toscana nord ovest sono in totale 6, di cui uno in terapia intensiva. Ben lontano dal “picco” che si era registrato nei reparti di Terapia intensiva e nelle aree Covid nel periodo dal 28 marzo al 3 aprile 2020. Dal monitoraggio giornaliero, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, sono oltre trecento (l’altra settimana erano 265) le persone isolate perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Mdc