Perugia, in Laguna per non affondare Gioie e dolori nei precedenti a Venezia

L’ultima volta fu drammatica, ma nella storia anche blitz importanti. L’ultimo successo con Rosi, Sgarbi e Kouan

di Francesca Mencacci

L’ultima volta a Venezia fu drammatica. Una sconfitta all’ultima giornata di campionato, la spinta nei play out, l’anticamera della retrocessione. Appena tre anni fa. Una pagina da strappare o magari da riscrivere. Anche perché c’è da dire che Venezia non è solo sinonimo di sconfitte e amarezze, in laguna i biancorossi hanno anche raccolto soddisfazioni importanti, anche recenti. Ne sanno qualcosa Kouan, Sgarbi (autore del gol del 3-1 nella sconfitta del 2020) e Rosi che hanno anche ricordi positivi del "Penzo", visto che hanno partecipato al blitz del campionato 2018-2019, quando il Grifo si impose per 3-2, grazie alle reti di Sadiq, Verre e Melchiorri. Nella stagione 2017-2018 due delusioni, in campionato e al preliminare play off, ma con un passo indietro arrivano tre vittorie consecutive. A inziare il trittico Carlo Mazzone che "rifiutò" il ritiro che Gaucci voleva imporre, rispondendo con un blitz firmato Amoruso e Cappioli. Poi due successi, uno con Serse Cosmi in serie A (le firme di Baiocco e Bazzani), l’altro Stefano Colantuono in serie B, nella stagione culminata con il fallimento.

Le due squadre stanno vivendo situazioni completamente diverse: il Venezia attraversa una grande momento, il Perugia è in picchiata per i risultati degli ultimi due mesi abbondanti. Ma c’è anche da dire che le motivazioni possono fare la differenza: dopo una grande rincorsa i lagunari hanno toccato terra, mentre il Perugia ha bisogno di punti per non annegare in mezzo alla tempesta. La squadra di Vanoli ha letteralmente svoltato nelle ultime settimane, infilando cinque vittorie nelle ultime sette gare. In casa sono sette le sconfitte casalinghe dei veneti, ma sei sono concentrate nel girone di andata, mentre nel ritorno il Venezia è caduto al Penzo solo con il Sudtirol. Poi tre pareggi e quattro vittorie. A strappare un punto, ci sono riuscite Cittadella, Cagliari e Brescia. Mentre sono uscite sconfitte Spal (2-1), Como (3-2), Palermo (3-2) e Modena (5-0).