Fere in serie positiva da cinque turni. Un buon viatico, in attesa di importanti appuntamenti. Ma Cristiano Lucarelli (nella foto) non è per nulla soddisfatto del pareggio di Frosinone, in particolare della lunga fase giocata in superiorità numerica. Il tecnico lascia ipotizzare che la preparazione in vista della gara con il Benevento (venerdì prossimo al "Liberati", ore 20.30) non sarà all’acqua di rose: "E’ un punto guadagnato, a conferma che possiamo guardare soltanto alla salvezza. Ci siamo fatti...

Fere in serie positiva da cinque turni. Un buon viatico, in attesa di importanti appuntamenti. Ma Cristiano Lucarelli (nella foto) non è per nulla soddisfatto del pareggio di Frosinone, in particolare della lunga fase giocata in superiorità numerica. Il tecnico lascia ipotizzare che la preparazione in vista della gara con il Benevento (venerdì prossimo al "Liberati", ore 20.30) non sarà all’acqua di rose: "E’ un punto guadagnato, a conferma che possiamo guardare soltanto alla salvezza. Ci siamo fatti pressare dagli avversari, anzichè pressarli. Abbiamo creato delle situazioni, ma siamo stati egoisti, poco lucidi e non c’è stata fame di vittoria. Caratteristiche mostrate invece dai nostri avversari, a cui ho fatto i complimenti. Forse abbiamo pagato lo sforzo fisico e mentale delle due precedenti gare. Alla fine ho anche temuto di prendere il secondo gol. Serve un bagno di umiltà, dunque orecchie basse e lavorare". Nessun alibi per le assenze di spicco: "Potevamo vincere anche come eravamo". Il Mister, comunque, non sottovaluta quanto espresso finora dalla squadra. Lo spunto nasce dai quasi mille tifosi rossoverdi presenti allo "Stirpe": "Se siamo riusciti a riportare tanta gente al seguito significa che stiamo facendo qualcosa di importante. Mi dispiace molto non aver potuto regalare loro una vittoria, nonostante ci sia stata la condizione per farlo. Potevamo dimostrare tanto in merito alla profondità della rosa, ma non ci siamo riusciti". Lucarelli conclude con una lode speciale per l’autore del gol del pareggio: "Pettinari è l’unico che mi è piaciuto". E’ dunque molto probabile che contro il Benevento, tra pedine che tornano disponibili (come Proietti che rientra dalla squalifica), altre che potrebbero recuperare (Falletti) e scelte tecniche, vedremo un undici piuttosto diverso da quello di Frosinone. La squadra riprende ad allenarsi oggi al "Taddei" (ore 14, stesso orario domani e mercoledì, giovedì rifinitura).

TERNANA FEMMINILE. Inattesa sconfitta all’anstistadio contro la Pistoiese ultima in classifica. La squadra allenata da Marco Schenardi è passata in vantaggio nella ripresa (5’ Battaglioli), ma, pur continuando a tenere le redini del gioco, ha pagato a caro prezzo in un minuto gli unici due errori difensivi (gol di Gaggi al 20’, di Sitri al 21’). Rigore fallito da Coletta nel finale. Settimana-chiave per la Ternana che mercoledì prossimo alle 14.30 giocherà a Bergamo contro l’Orobica (recupero della 2a giornata) e domenica farà visita alla capolista Arezzo che è attualmente a +11.

Augusto Austeri