di Francesca Mencacci Qualche preoccupazione in più per Fabio Caserta in vista delle prossime, impegnative, sfide di campionato. I tempi di recupero di Stefano Negro si allungano di una settimana circa: il centrale, quindi, salterà la gara di Modena e quella con la Sambenedettese, piccola speranza di ritrovarlo nella gara, in casa, di mercoledì 11 novembre con il Padova. Sommata all’indisponibilità di Angella,...

di Francesca Mencacci

Qualche preoccupazione in più per Fabio Caserta in vista delle prossime, impegnative, sfide di campionato. I tempi di recupero di Stefano Negro si allungano di una settimana circa: il centrale, quindi, salterà la gara di Modena e quella con la Sambenedettese, piccola speranza di ritrovarlo nella gara, in casa, di mercoledì 11 novembre con il Padova. Sommata all’indisponibilità di Angella, per Caserta le scelte nel reparto arretrato sono obbligate e contate. Il tecnico biancorosso, in occasione della gara di Coppa Italia, ha provato le soluzioni di emergenza con il giovane Tozzuolo e Crialese, prestato alla difesa a tre. Ma la sensazione è che in caso di emergenza, Caserta tornerà alla difesa a quattro. Ai problemi in difesa, si sommano le indisponibilità di Burrai e Kouan a centrocampo, oltre a quella di Minesso. Il regista ex Pordenone, comunque, tornerà a disposizione già martedì, alla ripresa degli allenamenti, mentre per Kouan ci sarà ancora da attendere. Il tecnico intanto sta pensando al prossimo appuntamento, domani a Modena. Non sono previsti grossi ritocchi rispetto alle ultime formazioni di campionato. In difesa, davanti a Fulignati, ci saranno Rosi, Sgarbi e Monaco. A centrocampo, invece, è ballottaggio tra Moscati e Vanbaleghem, con il primo favorito dal primo minuto, anche alla luce delle prestazioni e dei risultati ottenuti nelle ultime tre sfide. Di buono c’è, comunque, che Vanbaleghem è in crescita e a breve potrà essere, a tutti gli effetti, una valida alternativa per Caserta. A supporto del regista, spazio a Dragomir, con Sounas in vantaggio su Falzerano per l’ultimo posto disponibile. Sulle corsie laterali, invece, ci sarà spazio per Elia a destra e Crialese sulla fascia opposta.

In attacco, invece, largo alla coppia Melchiorri-Murano che partita dopo partita sta affinando l’intesa, agevolata anche dalla nuova soluzione tattica che li vede dialogare insieme più vicini alla porta. Stamattina l’ultimo allenamento per compiere le scelte decisive. A Modena, un primo esame di maturità per i biancorossi. I grifoni, però, hanno studiato.