Stefania Proietti
Stefania Proietti

Assisi, 22 settembre 2019 - Più volte indicata come il possibile nome della coalizione civica Pd-M5S per le regionali dell'Umbria, il sindaco di Assisi Stefania Proietti scrive una lettera aperta. In cui di fatto si chiama fuori dalla contesa: "Sono lusingata dei consensi ricevuti, del fatto che sia stato indicato il mio nome e del fatto che Assisi sia sempre più centrale in vista delle regionali. Ma voglio servire la mia città, voglio fare il sindaco". Proietti tra le righe indica come un nome forte per la candidatura quello di Francesca Di Maolo, la presidente dell'Istituto Serafico di Assisi. Sul nome della Di Maolo sembrano convergere dem e pentastellati. 

"Ringrazio il Movimento 5 Stelle per aver indicato il mio profilo a candidato presidente della Regione - dice la Proietti -, come una possibile sintesi di quella unità che già da tempo in tanti auspicavamo, e sono sinceramente lusingata per i tanti attestati di stima che mi sono giunti in questi giorni. Riuscire a conquistare il rispetto e la fiducia di una ulteriore forza politica per un profilo civico come il mio è un grande passo di conciliazione, che è ciò che più serve ai nostri cittadini e alle nostre Istituzioni: mettere da parte le divisioni e ricondurre all’unità le forze politiche su progetti che abbiano come unica finalità il bene comune".

Poi continua: "Come ho sempre affermato, in sede pubblica e privata, il mio desiderio più grande, la mia unica intenzione è di continuare ad essere al servizio dei cittadini che mi hanno eletta sindaco in una città straordinaria quale è la nostra Assisi, ruolo che sento come privilegio immenso e per il quale spendo ogni mia energia. Assisi è una città di importanza incommensurabile per l’Umbria e per l’Italia, non certo solo per essere una delle mete più visitate al mondo, quanto più perché è la Città di San Francesco e per i valori che rappresenta, ideali fondanti per tutti. E per la prima volta Assisi sta assumendo un ruolo centrale nella competizione elettorale regionale e, auspico, nel futuro politico della Regione. E' per questo che ho promosso la ricerca di una candidatura civica che rappresenti i valori della terra francescana e che sia in grado di coalizzare ed unificare".