Matteo Salvini e Donatella Tesei a Spello
Matteo Salvini e Donatella Tesei a Spello

Foligno, 12 settembre 2019 - Come impongono i tempi, il dibattito ha ‘‘preso fuoco’’ sui social, dopo l’annuncio che l’ex vicepremier Matteo Salvini, leader della Lega, avrebbe fatto tappa prima a Spello e poi a Foligno, dove nella serata di martedì era attesa la sua presenza ad una cena già ‘‘sold out’’ nella taverna quintanara del rione La Mora.

Apriti cielo! Parte del Consiglio rionale, sorpreso dalla decisione, non avrebbe gradito l’iniziativa, nata nel contesto della campagna elettorale per le imminenti regionali, in cui la Lega candida Donatella Tesei. Ufficialmente il ‘‘no’’ è arrivato per «motivi di sicurezza». A far arricciare il naso e scatenare la polemica-social sarebbe stata la forte volontà di riaffermare il principio che Quintana e politica devono rimanere separate.

Ma che in piena Quintana si organizzasse una cena ‘‘politica’’ in taverna non è piaciuto a tutti. Ecco allora l’inevitabile ‘‘post’’ su Facebook del rione La Mora, centrato sulle esigenze di sicurezza, che recitava: «Questa sera (ieri ndr) all’esito di una riunione straordinaria del Consiglio rionale, si è deciso di annullare l’evento previsto per la serata dell’11 settembre al quale avrebbero partecipato personalità politiche di rilievo per motivi legati alla sicurezza degli stessi partecipanti e del popolo moraiolo. L’evento in questione non voleva essere legato a nessun tipo di schieramento politico».

Diffusasi alla velocità della luce la notizia della cena annullata, ecco arrivare l’offerta di ospitalità del leghista assisano Stefano Pastorelli, candidato al Consiglio regionale, ovvero quella di ‘‘dirottare’’ la cena in un ristorante della zona di Rivotorto. Prima però Salvini, dalle 17.30 alle 19, è stato a Spello, nel giardino della panetteria Serenelli dove ha bacchettato di nuovo le ipotesi di alleanze Pd-M5S, anche per le regionali umbre.

Il leader della Lega, dal palco, ha poi definito quello umbro un “voto di legittima difesa”, perchè’ le elezioni anticipate del 27 ottobre sono dovute “a qualche uomo e donna del Pd che è stato arrestato perchè truffava il prossimo. Io penso che dal 28 ottobre Donatella Tesei sarà il governatore dell’Umbria». Ieri sera anche l’Ente Giostra della Quintana ha puntualizzato la sua posizione: «La Quintana – si legge in una nota – è una festa di una città intera, una Festa che non ha colori politici, ma solo quelli dei 10 rioni.

La Quintana e l’Ente Giostra non hanno chiuso le porte in faccia ad alcuno. In 73 anni di storia la nostra Festa ha accolto esponenti politici di ogni schieramento». L’Ente ha aggiunto che «l’evento in discussione non era stato organizzato dall’Ente Giostra. Si trattava di un appuntamento organizzato da una formazione politica e da un rione. In questo caso, il rione la Mora ha ritenuto opportuno annullare l’evento».