Vignette contro il gioco d’azzardo

Mostra itinerante di vignette satiriche per contrastare il gioco d'azzardo: Palazzo Mauri ospita l'esposizione "Azzardo non chiamiamolo gioco" fino al 26 ottobre. Obiettivo: cambiamento culturale attraverso l'ironia. Iniziativa legata al Piano territoriale di prevenzione della Zona Sociale 9.

Vignette  contro il gioco d’azzardo

Vignette contro il gioco d’azzardo

SPOLETO Una mostra di vignette satiriche per disincentivare il gioco d’azzardo. Palazzo Mauri, sede della Biblioteca comunale Carducci, da ieri al 26 ottobre ospita l’esposizione della mostra itinerante di vignette umoristiche realizzate da artisti italiani dal titolo “Azzardo non chiamiamolo gioco“. La mostra, iniziativa legata al progetto del piano della Regione Umbria e del Piano territoriale di prevenzione e cura dell’azzardopatia della Zona Sociale 9 (Comuni di Spoleto, Castel Ritaldi, Campello sul Clitunno e Giano dell’Umbria), ha l’obiettivo, attraverso l’uso dell’ironia, di contribuire al cambiamento culturale contro il dilagare del gioco d’azzardo. La mostra è soltanto una delle numerose iniziative che si stanno mettendo in campo previste dal Piano territoriale di prevenzione e cura dell’azzardopatia della Zona Sociale 9. Nei prossimi mesi sono in programma eventi e azioni specifiche.