Tutti i colori delle arti a Foligno con “Umbria Factory Festival“

Ultimi quattro giorni di spettacoli per il gran finale di "Umbria Factory Festival": teatro, danza, musica, arti interattive e digitali. Si parte stasera e si chiude domenica con "Upside down - Il Talk imperfetto". Un'esperienza radiofonica nel palinsesto di Radio IfUff.

Tutti i colori delle arti a Foligno con “Umbria Factory Festival“
Tutti i colori delle arti a Foligno con “Umbria Factory Festival“

Ultimi quattro giorni di spettacoli per il gran finale di “Umbria Factory Festival” da oggi a domenica con teatro, danza, musica, arti interattive e digitali. Si parte stasera alle 21 allo Spazio Zut! con la danza con “Somewhere“ di Lucia Guarino e Ilenia Romano e si prosegue domani, alle 18 al Subasio di Spello con “La buca“, spettacolo di Nerval Teatro in un percorso denso di sorprese e di inventiva sulla natura dei personaggi beckettiani, anche con audiodescrizione per non vedenti. In serata si torna a Foligno, alle 21 all’Auditorium Santa Caterina dove Benno Steinegger & Jovial Mbenga portano in scena “The chance to find yourself“, giocoso sguardo teatrale di un’amicizia, ispirato a Cuore di Tenebra di Conrad per finire alle 22.30 allo Spazio Zut! con “Holy Tongue“, concerto a cura di Pulsar, Marco Ragni e Matteo 3.0.

Sabato alle 16 laboratorio di comunità “Lezione sul gesto aperta a tutti“ con Virgilio Sieni e il suo spettacolo “Danza Cieca“, un’esplorazione della natura del gioco come dispositivo poetico e creativo, alle 18.30, Auditorium Santa Caterina. Ancora danza e spazi pubblici con “Oltrepassare“ di Silvia Dezulian e Filippo Porro, una performance urbana itinerante che unisce movimento, scultura e suono, alle 16.30, all’ex Teatro Piermarini, con il Tsu (anche domenica) e a seguire “Motel Chronicles“, progetto musicale e letterario di Emidio Clementi e Corrado Nuccini, alle 21.30 allo Spazio Zut!. Domenica c’è il “Circo Kafka“ (nella foto) di Roberto Abbiati e Claudio Morganti, sull’esplorazione e la migrazione attraverso suoni e rumori (alle 18, Auditorium Santa Caterina), lo spettacolo “Star esseri umani molto da vicino“ di Artisti Drama e l’installazione performativa Virtual touch & trail.

Per il gran finale torna “Upside down - Il Talk imperfetto”, alle 11 a Palazzo Candiotti, una conversazione innovativa e aperta a tutti, dove gli spettatori si confrontano intorno alle tematiche dello spettacolo dal vivo e dei festival performativi, diventando protagonisti di un’esperienza radiofonica nel palinsesto di Radio IfUff, la radio ufficiale del Festival.