Un bel segnale della ripartenza dello spettacolo dal vivo arriva anche con la terza edizione di “ProSceniUm - Festival della canzone d’autore - Città di Assisi”, il concorso canoro nazionale riservato ai giovani talenti della musica cantautoriale, tra i pochi in Italia a poter vantare una propria orchestra ritmo-sinfonica, che si terrà sabato 16 ottobre al Lyrick di Assisi,...

Un bel segnale della ripartenza dello spettacolo dal vivo arriva anche con la terza edizione di “ProSceniUm - Festival della canzone d’autore - Città di Assisi”, il concorso canoro nazionale riservato ai giovani talenti della musica cantautoriale, tra i pochi in Italia a poter vantare una propria orchestra ritmo-sinfonica, che si terrà sabato 16 ottobre al Lyrick di Assisi, alle 21. In cartellone anche un “Dopo Festival”, in programma il pomeriggio della domenica successiva, dalle 17 al Centro Commerciale Collestrada con l’imitatore Antonio Mezzancella alla conduzione. Il Festival, ideato ed organizzato dall’Associazione “ProSceniUm – Progetto Scenico Umbro”, aprirà infatti le porte a tutti gratuitamente per dare un vero e proprio messaggio di ripartenza, consentendo agli spettatori di godere di qualche ora di relax e divertimento, con biglietti disponibili direttamente nel sito www.prosceniumfestival.it.

A condurre lo show sarà Neri Marcorè (nella foto), attore, comico, imitatore, doppiatore e conduttore televisivo, uno degli intrattenitori più amati dal pubblico italiano. Sarà affiancato da Loredana Torresi, anche direttore artistico della kermesse insieme a Roberto Lipari. Tra gli ospiti ci saranno i cantanti Marco Masini, Amara e Michele Zarrillo, insieme ad altri volti noti ed amici del Festival come il critico musicale Red Ronnie e il conduttore televisivo e radiofonico perugino Mauro Casciari. I dodici finalisti si esibiranno al Lyrick dal vivo, accompagnati da un’orchestra ritmo sinfonica composta da 36 musicisti e diretta da Paolo Ciacci, titolare della cattedra di “Strumentazione e composizione per orchestra di fiati” al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Oltre ai premi musicali, il Festival prevede un premio in denaro per un ente che abbia diffuso il messaggio francescano di amore, pace e fraternità. Per l’edizione 2021 va all’Istituto Serafico di Assisi