Terziario Distribuzione e Servizi. Rinnovato il contratto nazionale

A Perugia, dopo 4 anni, è stato siglato il rinnovo del contratto nazionale Terziario Distribuzione e Servizi, con aumenti salariali e miglioramenti per 3 milioni di lavoratori, inclusi 35mila in Umbria.

Terziario Distribuzione e Servizi. Rinnovato il contratto nazionale

La segretaria generale Uiltucs Umbria, Maria Ermelinda Luchetti: «. Miglioramenti sulle politiche di genere»

PERUGIA - A distanza di 4 anni questa mattina è stato siglato il rinnovo del contratto nazionale Terziario Distribuzione e Servizi, contratto che viene applicato a tre milioni di lavoratori e lavoratrici, in Umbria per 35mila persone. "Oltre a dare risposte all’emergenza salariale, prevede anche miglioramenti sulle politiche di genere e ulteriori permessi per le donne vittime di violenza oltre al riconoscimento delle nuove figure professionali – spiega la segretaria generale Uiltucs Umbria, Maria Ermelinda Luchetti - Ci auguriamo che questo rinnovo porti anche alla firma dei contratti di Federdistribuone, Cooperazione e Turismo". Nello specifico, il rinnovo prevede un aumento a regime di 240 euro al quarto livello, da riparametrare con l’erogazione di una massa salariale di 7.180 euro comprensiva dell’Una Tantum di 350 euro, una ulteriore erogazione rispetto a quella già avvenuta lo scorso anno. La prima tranche di 70 euro sarà erogata da aprile e si aggiunge ai 30 euro già concordati. Il testo ora sarà sottoposto al vaglio di lavoratrici e lavoratori.