Ternana: pari-beffa in casa. Dall’euforia alla disperazione

Brutto primo tempo e un rigore sbagliato da Pereiro. I rossoverdi vanno in vantaggio nel finale. Ma dura poco: lo Spezia gela il "Liberati" al 94’.

Ternana: pari-beffa in casa. Dall’euforia alla disperazione

Ternana: pari-beffa in casa. Dall’euforia alla disperazione

TERNANA

1

SPEZIA

1

TERNANA (3-5-2): Iannarilli, Sgarbi, Capuano, Lucchesi (34’ st Dalle Mura), Casasola, Luperini (1’ st De Boer), Amatucci, Pyyhtia, Carboni, Pereiro (20’ st Distefano), Raimondo (40’ st Dionisi). A disp.: Franchi, Sorensen, Boloca, Zoia, Faticanti, Marginean, Labojko, Favasuli. All. Breda

SPEZIA (3-4-2-1): Zoet, Bertola, Muhl, Nikolaou (46’ st Moro), Mateju, Nagy, S. Esposito, Cassata (19’ st Elia), Jagiello (19’ st Di Serio), Verde (19’ st F. Esposito), Falcinelli (30’ st Bandinelli). A disp.: Crespi, Tanco, Jureskin, Vignali, Candelari, Pietra, Moro, Cipot. All. D’Angelo Arbitro: Dionisi di L’Aquila

Marcatori: 44’ st Distefano, 49’ st Di Serio

Note: Spettatori 3.870 (203 ospiti). Ammoniti: Luperini, Cassata, Mateju, Distefano.

La Ternana vede sfumare negli ultimi secondi del recupero la vittoria nello spareggio-salvezza con lo Spezia dopo essere passata in vantaggio allo scadere. È successo tutto nelle ultime battute della gara. Dopo un primo tempo da dimenticare, una ripresa in crescita e un rigore fallito da Pereiro, Distefano ha sbloccato il risultato a un minuto dal termine infilando Zoet su un cross di De Boer. Il “Liberati“ è esploso di gioia ma la Ternana non è stata in grado di gestire il prezioso vantaggio e all’ultimo tuffo lo Spezia ha pareggiato i conti con Di Serio che ha risolto una situazione di rimpalli in area firmando la rete che ha salvato i liguri. Per le Fere è stata un’autentica mazzata, come il penalty che Pereiro si è fatto parare da Zoet al 13’ del secondo tempo, concesso per atterramento in area di Raimondo da parte dello stesso portiere. A tenere a galla le Fere prima della rete del vantaggio rossoverde è stato Iannarilli, autore di importanti interventi sulle conclusioni di Falcinelli, Muhl e Salvatore Esposito. Contro i liguri Breda è tornato al 3-5-2 cambiando il centrocampo con gli innesti sin dall’inizio di Luperini, Pyyhtia e Amatucci alle spalle della coppia d’attacco composta da Pereiro e Raimondo, mentre rispetto all’ultimo turno lo Spezia ha presentato solo una novità, il difensore Muhl al posto dell’ex rossoverde Hristov, infortunato. Le Fere hanno stentato nella prima frazione di gara rischiando di subire gol ma nel secondo tempo si sono riprese, superando anche il colpo psicologico del rigore non trasformato da Pereiro. Gli ultimi minuti della partita hanno fatto vivere ai rossoverdi un’alternanza di emozioni molto forti, perché dall’euforia del vantaggio si è passati in pochissimo tempo alla disperazione per il pareggio a fil di lana dello Spezia. La Ternana ha interrotto la serie negativa di due sconfitte ma il finale dello scontro-salvezza coi liguri lascia l’amaro in bocca e tantissimi rimpianti. La vittoria, infatti, avrebbe fatto compiere alle Fere uno scatto in avanti molto importante.