Ternana club in rivolta

La tifoseria della Ternana è in rivolta dopo l'ennesima svista arbitrale a loro sfavore. Codici promuove una "class-action" per tutelare i diritti dei tifosi. Protesta in programma sabato 30 settembre.

Ternana club in rivolta
Ternana club in rivolta

TERNI Tifoseria della Ternana in rivolta dopo il rigore, apparso inesistente, assegnato al Sudtirol in pieno recupero, sabato scorso al “Liberati“. Ennesima svista arbitrale di una lunga serie, che si era manifestata anche nel match precedente a Como, con il gol annullato a Luperini per un tocco di mano. "Sabato si è perpetrato l’ennesimo scempio arbitrale nei confronti della Ternana – tuona il Centro coordinamento Ternana Club – , scempi ai quali oramai si assiste da circa tre anni con cadenze di almeno uno a partita, decisive ai fini del risultato e di palese clamore. Si tratta di un vero e proprio accanimento di cui non conosciamo le ragioni, contro una società, una squadra e una tifoseria che fino ad oggi hanno dimostrato anche troppa signorilità e maturità nel non reagire verso tali, innumerevoli, decisioni assurde prese sempre contro la Ternana. Informiamo tutti i tifosi, che stiamo pensando ad una forma di protesta da attuare nella gara interna contro la Reggiana di sabato 30 settembre; così da provare ad imporre all’attenzione dei media nazionali questo stato di cose non più tollerabil, e rendere alla Ternana e a Terni il rispetto che meritano". L’associazione dei comsumatori Codici, intanto, promuove una “class-action“ a tutela dei diritti dei tifosi rossoverdi.