PIANETAFOTO 23.05.16 TERNI BELLINI SCOMPARSO
PIANETAFOTO 23.05.16 TERNI BELLINI SCOMPARSO

Terni, 24 maggio 2016 - OMICIDIO, suicidio, allontanamento volontario o forzato: restano aperte tutte le ipotesi sulla sorte di Sandro Bellini, il ternano di 53 anni di cui non si hanno più notizie da una settimana. Ma il passare dei giorni senza che emerga una sola traccia fa propendere anche gli investigatori, che pur conservano la massima cautela, per gli scenari peggiori. Del 53enne, vedovo, senza figli, dipendente di una ditta di termoidraulica e da tutti ritenuto persona mite e tranquilla, non si hanno più notizie da martedì notte.

Intorno alle 23 l’ultimo contatto con i familiari, con il suo cellulare che in quelle ore viene collocato nella zona boschiva di Marmore in cui, mercoledì pomeriggio successivo, è stata rinvenuta la sua auto data alle fiamme. Erano stati alcuni taglialegna a notare le altre colonne di fumo e a far scattare l’allarme. I carabinieri continuano a indagare in ogni direzione ma con il passare del tempo sembrano perdere consistenza le ipotesi di un allontanamento volontario o di un suicidio, con gli investigatori che non escludono il delitto.

Anche ieri nella zona di Marmore sono proseguite le ricerche dell’uomo, che però finora hanno dato esito negativo. In corso ancora anche gli accertamenti tecnici per chiarire le cause dell’incendio che distrutto la sua auto: primo evento che ha portato alla ribalta la sparizione e che è sicuramente collegato al caso. I militari hanno ascoltato decine di persone tra amici e parenti ma nessuno sembra avere percepito situazioni di malessere per l’uomo, apparentemente tranquillo e senza problemi particolari. Scandagliata inevitabilmente anche la sua via privata, eventuali legami o frequentazioni. Ieri è stato il sesto giorno di ricerche rimaste senza esito, con la vicenda che oltre ai carabinieri impegnati nelle indagini coinvolge vigili del fuoco, sommozzatori, forestale e polizia provinciale.

Ste.Cin.