San Giustino e Citerna. Insediati i consigli

Il nuovo sindaco Veschi e il riconfermato Paladino hanno già stabilito anche la composizione delle giunte.

San Giustino e Citerna. Insediati i consigli

San Giustino e Citerna. Insediati i consigli

SAN GIUSTINO – Per ora quattro assessori – in attesa del quinto che sarà Simone Selvaggi per il quale è necessaria una modifica allo Statuto – clima disteso tra maggioranza e opposizione e tanta emozione un po’ per tutti. Lunedì sera a San Giustino si è insediato il consiglio comunale, il primo del neo eletto sindaco Stefano Veschi. La giunta è composta da Sara Marzà vicesindaco con deleghe a urbanistica, edilizia, ambiente; riconfermato Andrea Guerrieri al bilancio e tributi, personale, servizi demografici; entrano in giunta Enzo Franchi, assessore a servizi sociali, scuola, politiche giovanili e Loretta Zazzi a cultura, turismo, pari opportunità, commercio. Il sindaco tiene a sé le deleghe a politiche di vallata, agricoltura, sicurezza, sanità, sport. Non appena le prassi burocratiche lo consentiranno sarà nominato assessore Simone Selvaggi ai lavori pubblici, patrimonio, viabilità e trasporti. Nel corso della seduta è stata eletta presidente del consiglio Elisa Torrini e definiti i capigruppo consiliari Corrado Fontanelli per la maggioranza di "San Giustino Partecipa", Corrado Belloni per "San Giustino nel Cuore" e Fabio Buschi per "Communitas".

Domenica mattina a Citerna si è invece insediato il consiglio per il secondo mandato di Enea Paladino con una giunta under 50 e una maggioranza con l’età media più bassa di sempre, poco sopra i 34 anni. Il sindaco mantiene nelle sue mani le deleghe a urbanistica, sociale, personale, infrastrutture; vicesindaco confermato Paolo Carlini (con deleghe a lavori pubblici, ambiente, commercio) poi due donne: Valentina Cirignoni bilancio, tributi, sicurezza e agricoltura e Valentina Ercolani (cultura, turismo scuola), riconfermato Samuel Fedele allo sport, lavoro e formazione professionale.