Ruba nelle auto in sosta, un ufficiale degli Alpini tenta di fermarlo e viene aggredito

Il militare, originario di Foligno, era fuori servizio. Il ladro ha ferito anche un giovane di 28 anni prima di essere arrestato

L'intervento dei carabinieri (Foto Ansa)

L'intervento dei carabinieri (Foto Ansa)

Foligno, 9 luglio 2024 – Un uomo di 30 anni di origine marocchina è stato arrestato dai carabinieri perché ritenuto responsabile di lesioni aggravate nei confronti di due persone, una delle quali è un ufficiale degli Alpini di stanza in Alto Adige che in quel momento era libera dal servizio.

Il 30enne è stato notato dal militare nella notte del 6 luglio scorso mentre si aggirava tra le auto in sosta nella via sottostante e, dopo averle aperte forzandone la portiera, vi rovistava all'interno. L’ufficiale, che in quel momento si trovava sul terrazzo della sua abitazione, non ha esitato a scendere in strada per fermare il giovane che, anziché darsi alla fuga, si è scagliato contro il militare, lo ha aggredito fisicamente minacciandolo anche di morte, colpito con pugni al volto e, armato di un grosso taglierino, ha cercato di colpirlo, sferrando dei fendenti al suo indirizzo. Solo grazie alla pronta reazione, il militare è riuscito ad evitare conseguenze più gravi e riportato solo ferite superficiali al naso ed al volto.

Anche un altro giovane, che assieme alla sua compagna stava rientrando a casa a piedi, è stato aggredito dallo stesso individuo armato di taglierino. Sul posto sono arrivati i carabinieri che, una volta disarmato, hanno arrestato il ragazzo. Le due vittime si sono recate presso il pronto soccorso dell'Ospedale di Foligno per le cure e le medicazioni del caso. Il militare avendo riportato un trauma al naso e ferite al volto è stato dimesso con una prognosi di quindici giorni mentre il ragazzo aggredito ne avrà per sette giorni. L'arrestato è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.