Otto pini tagliati e trecento alberi “curati“

Il Comune di Spoleto abbatte 8 pini e avvia la manutenzione di altri 300 alberi con trattamenti endoterapici. L'opposizione chiede spiegazioni sull'abbattimento, sottolineando l'utilità delle piante per i residenti.

Otto pini tagliati e trecento  alberi “curati“

Otto pini tagliati e trecento alberi “curati“

SPOLETO Il Comune abbatte 8 pini e programma la manutenzione ad altri 300 alberi. Inizieranno lunedì i trattamenti endoterapici che interesseranno circa trecento alberature. Previsti nel servizio di gestione, custodia, sorveglianza pulizia e manutenzione di alcune aree di verde pubblico del Comune, sono stati affidati alla ditta Gardenland In questa prima fase, che terminerà entro i primi giorni di luglio, le aree verdi interessate saranno i giardini pubblici della Casina Ippocastano, via Amadio, via Cacciatori delle Alpi, via Loreto, viale Martiri della Resistenza, viale della Repubblica, viale Giacomo Matteotti e San Brizio. Intanto il consigliere d’opposizione Sergio Grifoni (foto) con un’interpellanza chiede lumi sull’abbattimento di otto pini di alto fusto lungo via Risorgimento, nel cuore della zona Peep di San Nicolò. "Le piante – secondo Grifoni - erano utilissime per la funzione che svolgevano a favore dei residenti"