Nel nome di due ragazzi. Migliorie al campo-basket e finalmente lo skate park

Gubbio, presentato il progetto di sviluppo di un’area di incontro e socialità. Per ricordare Samuel Cuffaro e Giovanni Pierotti, prematuramente scomparsi.

Nel nome di due ragazzi. Migliorie al campo-basket e finalmente lo skate park

Lo skate park. L’area sulla quale si lavorerà col progetto ha una posizione strategica perché sorge all’incrocio di tre scuole

Tra i tanti progetti che recentemente stanno riqualificando la città, ce n’è uno che porta con sé un significato importante per tutta la collettività. Presentato ieri pomeriggio presso la sala consiliare di Palazzo Pretorio, si tratta di un’area con posizione strategica perché sorge all’incrocio di tre scuole e, nonostante già offra un campetto da basket verrà ancor di più valorizzata e qualificata. Si interverrà, infatti, sia sul campo da pallacanestro – dove verranno installate delle sedute non impattanti e che sarà adeguato alle misure dettate dal Coni – che sulla zona adiacente che ospita l’opera “Dialoghi” del compianto Nello Bocci, la quale sarà il fulcro dello skate park lì previsto, il sesto in tutta l’Umbria. Il tutto nel ricordo di due ragazzi scomparsi prematuramente: Samuel Cuffaro e Giovanni Pierotti; il primo aveva già mosso i primi passi anche con l’amministrazione per chiedere proprio la creazione dello skate park, mentre il secondo è sempre stato fortemente legato al Basket Gubbio, che da tempo crede e investe nel campetto.

"È un luogo che ha una sua attrattiva per natura, come luogo d’incontro e socialità soprattutto giovanile", ha esordito il sindaco Stirati, che prosegue: "Un’area che porterà con sé il ricordo ma anche messaggio di speranza rivolto al futuro, perché questo rappresentano i giovani". Sulla stessa lunghezza d’onda gli assessori Minelli e Piergentili: "In questo progetto c’è un valore emotivo e sociale fortissimo; è stato l’insieme di un insieme di circostanze che si sono allineate, e anche se quest’opera non darà indietro la vitalità dei due ragazzi dà comunque tanta speranza alle giovani generazioni. Ora un gruppo di giovani molto nutrito – proseguono – avrà un luogo in cui incontrarsi e creare sana aggregazione, in una visione complessiva di inclusione sociale che lega rigenerazione urbana, sociale, associazionismo e sport". Le operazioni cominceranno entro l’inizio di aprile e i tempi previsti sono di circa 4 mesi. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato anche la famiglia Cuffaro, gli amici di Samuel e una nutrita delegazione del Basket Gubbio.