Medaglia d’oro alla Notte dello Sport. Venti società accendono il centro

Dal volley al rugby fino a canoa e arti marziali: la città in campo per un’edizione super. Con il nuovo logo

Medaglia d’oro alla Notte dello Sport. Venti società accendono il centro

Medaglia d’oro alla Notte dello Sport. Venti società accendono il centro

Associazioni, atleti e appassionati: tutti protagonisti. Partenza alla grande ieri sera per “Estate in Città” con un centro storico straordinariamente pieno e vivo per ’La Notte dello Sport’, che ha trasformato le piazze principali di Città di Castello in arene cariche di energia ed entusiasmo offrendo l’immagine della vitalità del movimento sportivo tifernate. Una spettacolare maratona che ha raccolto oltre 20 associazioni sportive e ha mostrato tutto ciò che giorno dopo giorno nasce dall’impegno, dalla dedizione, dalla passione e dalla professionalità nei campi da gioco, nelle palestre e negli altri impianti sportivi della città. "La serata – commentano gli assessori Guerri e Carletti – ha avuto un successo di pubblico straordinario, superiore addirittura alla prima edizione. Grazie a tutte le associazioni, tutti i giovani e le loro famiglie, tutti i cittadini che hanno partecipato, insieme ai commercianti che hanno aperto i propri negozi". Nell’occasione è stato presentato il nuovo logo della ’Notte dello Sport’, l’immagine emblematica e riconoscibile che caratterizzerà le prossime edizioni, consegnando t-shirt dedicate ai protagonisti. Consegnati attestati a tutte le associazioni sportive presenti (ASD Beata Margherita, Motoclub Baglioni, Città di Castello Rugby, Atletica Libertas, Madonna del Latte, Caldese Horse Academy, Pallavolo Città di Castello, Tennis Academy Polisport, Tiferno Pallacanestro, Compagnia Arcieri Tifernum, Tifernum Pallavolo, Sporting Club Trestina, Clinique, Canoa Club Città di Castello, Centro Judo Ginnastica Tifernate, Atletica Pakman, Real Tiferno, Cnat 99, Pallavolo Trestina, Junior Tiferno, Compagnia Balestrieri Città di Castello).

"Il vostro impegno – hanno detto gli amministratori – non solo arricchisce la vita di molti giovani e adulti, ma contribuisce anche a costruire una comunità più unita e resiliente, dimostrando un vero e proprio spirito di servizio pubblico, valorizzando l’importanza dell’inclusione e dell’integrazione sociale". La serata ha offerto a l’opportunità di conoscere meglio e di provare direttamente calcio, pallavolo, nuoto, basket, atletica, canoa, rugby, tennis, arti marziali, ginnastica artistica, equitazione, motociclismo, ma anche sport antichi come il tiro con l’arco e con la balestra. Un’occasione che in tanti hanno colto appieno, anche come momento di condivisione tra genitori e figli. "Abbiamo avuto la testimonianza concreta di quanto lo sport a Città di Castello faccia parte della quotidianità di tantissimi cittadini – concludono Guerri e Carletti – con una bella fusione di passioni e sensibilità".