La puledrina con il ’cuore’: "Un segno di speranza"

Manto baio e segno bianco in fronte: è nata il 1°gennaio nell’allevamento, ai piedi di Assisi, di Sergio Carfagna. Che lancia un appello per salvare l’ippica.

La puledrina con il ’cuore’: "Un segno di speranza"
La puledrina con il ’cuore’: "Un segno di speranza"

ASSISI – Una nascita che è segnale di speranza. E’quella di una puledrina, dal manto baio e con un ‘cuore’ bianco in fronte, venuta alla luce nella giornata del 1°gennaio nell’allevamento di Sergio Carfagna, ai piedi di Assisi. Carfagna, 68 anni, lo prende come un altro segno ‘divino’, dopo la cavallina Via Lattea, bianca come la neve, e lancia un accorato appello: "L’ippica merita attenzione, siamo allo stremo delle forze così non si va più avanti".

Un altro segno del destino, di qualcuno che da lassù nonostante tutte le difficoltà del momento gli sussurra di andare avanti, di non mollare. "Non lasciateci soli – prosegue Carfagna cercando sostegno, ancora una volta, dal ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida e dal sottosegretario con delega all’ippica, Patrizio Giacomo La Pietra -. L’ippica e il mondo allevatoriale meritano attenzione, rispetto e risposte concrete come tutte le altre attività produttive. Le nostre famiglie si mantengono onestamente con il duro lavoro e tanti sacrifici, tutti i 365 giorni dell’anno feste comprese: dalle 5 di mattina al pomeriggio inoltrato, senza soste. I cavalli mangiano, vanno accuditi e allenati sempre". Ora bisognerà dare un nome a quella simpatica puledrina con il cuore bianco sul musetto: il 2024 e’ l’anno della lettera "L" per battezzare i nuovi nati. Da qualche anno, in onore di San Francesco e Assisi, simboli di pace e fratellanza fra i popoli, Carfagna, su proposta del compianto padre Danilo Reverberi (scomparso il 9 marzo 2021) frate francescano grande amico ed esperto come pochi di genealogie di cavalli al trotto, ha deciso di affiancare la parola "pax" ai nomi prescelti per tutti i nuovi nati. Sarà così anche per la puledrina col "cuore.