Sostenibilità, musica e cultura: questi i filoni che sviluppa l’edizione 2020 di Gubbio DOC Fest (27 – 30 agosto, Piazza Grande ed altre strutture del centro storico) , manifestazione che, nel nome di Riccardo Monacelli, prematuramente scomparso pochi anni fa, oltre a dare corpo alla voglia di ripartire dopo mesi difficili, offre una serie di opportunità destinate in particolare al mondo giovanile, coinvolto in prima persona pure sul piano della proposta...

Sostenibilità, musica e cultura: questi i filoni che sviluppa l’edizione 2020 di Gubbio DOC Fest (27 – 30 agosto, Piazza Grande ed altre strutture del centro storico) , manifestazione che, nel nome di Riccardo Monacelli, prematuramente scomparso pochi anni fa, oltre a dare corpo alla voglia di ripartire dopo mesi difficili, offre una serie di opportunità destinate in particolare al mondo giovanile, coinvolto in prima persona pure sul piano della proposta e dell’organizzazione. Altrettante occasioni di impegno, socializzazione, divertimento e riflessione. Il programma, che si esalta con le presenze di Mogol e Vittorio Sgarbi, protagonisti di serate legate a Lucio Battisti ed a Raffaello, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa coordinata dal giornalista Giacomo Marinelli Andreoli, presenti l’assessore Oderisi Nello Fiorucci, l’avvocato Mario Monacelli e Alberto Nicchi, Presidente dell’associazione Insieme.

Questo il programma. La giornata di apertura (giovedì 27 agosto ore 17.30, Chiostro di San Pietro) si apre nel segno della sostenibilità con un dibattito su "Tutto andrà bene? Nulla sarà come prima? La pandemia e il territorio dell’Umbria e di Gubbio" (diretta su TRG ch.11). Partecipano il Vice Presidente della Regione Roberto Morroni, il Sindaco di Gubbio Stirati, ì docenti universitari Roberto Segatori, Alessandro Campi e Bruno Ronchi. Venerdì 28 alle 17,30, (Chiostro di San Pietro), incontro degustazione sul vino naturale, ed alle ore 21 in piazza Grande, serata evento, "Emozioni" nel nome di Lucio Battisti. Sabato 29 agosto alle ore 8,30 escursione lungo il sentiero Monteluiano e Montanaldo, tracciato dalla sezione eugubina del CAI, ed alle ore 21 appuntamento in Piazza Grande con lo spettacolo di Vittorio Sgarbi su Raffaello. Si chiude domenica 30 agosto con la cena nelle sale degli Arconi di Via Baldassini alla presenza dello chef Gianni Lettica, in collaborazione con Università dei Muratori e Accademia della Cucina. Lo stesso menu della serata, su indicazione della Caritas diocesana, sarà offerto a famiglie e realtà in difficoltà.

Dal 22 al 29 agosto, sempre nelle sale degli Arconi, mostra fotografica "Un’amica in comune", curata da Michela Pascucci. Informazioni e prevendite biglietti: www.gubbiodocfest.it o la pagina Facebook Gubbio DOC Fest.

G.B