Furti nelle abitazioni, è emergenza. Due persone denunciate dalla Polizia

Maxi-controlli degli agenti: coppia di albanesi fermata a Bastia Umbra. Avevano guanti e arnesi da scasso .

Furti nelle abitazioni, è emergenza. Due persone denunciate dalla Polizia
Furti nelle abitazioni, è emergenza. Due persone denunciate dalla Polizia

Controlli per prevenire i reati predatori e i furti in abitazione, fenomeno che, nel più recente periodo ha fatto registrare diversi casi soprattutto nel territorio assisano-bastiolo: gli agenti della Polizia di Stato hanno denunciato due cittadini albanesi per possesso di strumenti atti allo scasso. In particolare, durante i controlli a Bastia Umbra, gli agenti hanno notato due uomini che si aggiravano tra le abitazioni con atteggiamento sospetto.

Avvicinati dai poliziotti, alla richiesta del motivo per cui si trovassero in quei luoghi, i due uomini hanno fornito delle motivazioni poco attendibili. Identificati come due cittadini albanesi, rispettivamente classe 1978 e 1997, sono stati sottoposti a perquisizione: celati tra gli indumenti, avevano due cacciaviti, due paia di guanti da lavoro, una torcia e due magliette nere dei quali non sono stati in grado di motivare il possesso. Accompagnati presso gli uffici di Polizia, al termine delle attività di rito, i due uomini sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Assisi hanno operato nell’ambito dei controlli straordinari del territorio predisposti dalla Questura di Perugia in tutta la provincia con l’obiettivo di innalzare la sicurezza e prevenire i reati predatori e i furti.

Nell’ultimo mese sono stati diversi gli episodi che hanno riguardato in particolare Assisi e la zona di espansione, e Bastia Umbra. Sono stati svolti prevalentemente a Santa Maria degli Angeli, a Castelnuovo, a Rivotorto e a Bastia Umbra, e hanno viste impiegate le volanti del Commissariato di Assisi, coadiuvate dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria Marche, che hanno pattugliato le principali vie d’accesso alle città, le piazze delle chiese e delle Basiliche per prevenire i reati predatori e gli scippi. Nel corso delle attività di prevenzione nelle città gli agenti hanno identificato 89 persone e, nel corso degli 8 posti di controllo, sottoposto a verifica 25 veicoli.