Elezioni, scossone Centrodestra. Progetto Perugia non sarà al tavolo

La lista che ha sostenuto Andrea Romizi per dieci anni stamattina diserterà il summit per la scelta del candidato a sindaco. La decisione dopo la riunione di ieri sera di gruppo consiliare, assessori e fondatori.

Elezioni, scossone Centrodestra. Progetto Perugia non sarà al tavolo
Elezioni, scossone Centrodestra. Progetto Perugia non sarà al tavolo

’Progetto Perugia’, la lista che ha sostenuto Andrea Romizi per dieci anni, stamattina non siederà al decisivo tavolo del centrodestra per la scelta del candidato a sindaco. Una riunione fissata per varare l’ok corale alla candidatura alle amministrative del 9 giugno 2024 di Margherita Scoccia.

Ieri sera riunione straordinaria del gruppo consiliare, degli assessori e dei fondatori della lista ormai ex romiziana, che alla fine hanno deciso di non presentarsi stamani. Il motivo di fondo è sempre lo stesso: la candidatura di Scoccia è troppo sbilanciata a destra, ma dietro la decisione ci sarebbero anche alcuni atteggiamenti di qualche componente della coalizione che avrebbero infastidito nelle ultime ore i rappresentanti di Pp che hanno scelto all’unanimità di non presentarsi. La coalizione, lo ricordiamo, è composta oltre che Fdi, da Forza Italia, Lega, Perugia Civica e Civitas, tutti concordi nell’indicare Scoccia quale candidata: oggi dovrebbe addirittura arrivare la firma dei rappresentanti di partiti e movimenti su questa scelta. Che sia rottura definitiva? Forse, anche se ci sarebbero ancora dei margini di trattativa.

La decisione è arrivata comunque come un fulmine a ciel sereno, dato che nell’incontro precedente, quello di martedì scorso, i toni si erano abbassati e la sensazione era che il quadro andasse componendosi proprio con la partecipazione di Progetto Perugia, che aveva iniziato a mettere sul tavolo i primi punti programmatici. La sensazione, infine, è che fino a NataleCapodanno si possa ancora trattare poi arriverà una decisione irrevocabile in un senso o nell’altro.

Michele Nucci