Dormire e mangiare ’fuori’. C’è “Expo Tecnocom“

Negli spazi di Umbriafiere, le attività del settore “Horeca“ si confrontano. Hotel, ristoranti, pizzerie, bar: un evento biennale per addetti ai lavori e curiosi.

Dormire e mangiare ’fuori’. C’è “Expo Tecnocom“
Dormire e mangiare ’fuori’. C’è “Expo Tecnocom“

È in corso di svolgimento la diciottesima edizione dell’evento biennale Expo Tecnocom ideato e organizzato da Epta Confcommercio Umbria. Potrà essere visitato fino a domani, al centro fieristico Umbriafiere, dove sono presenti tutte le attività del settore Horeca (hotel, ristoranti, pizzerie, enoteche, pub, bar, gelaterie, pasticcerie, catering e attività ricreative), rivolgendosi sia agli addetti ai lavori ma è aperto a tutti i curiosi. Ad Expo Tecnocom, ha spiegato Aldo Amoni in occasione del taglio del nastro "si trova tutto quello che può servire per dormire e per mangiare grazie ad aziende, tutte eccellenze, provenienti anche da fuori dell’Umbria". "C’è sempre più consapevolezza – ha aggiunto Amoni – che questo evento, dopo il Sigep di Rimini, è quello in cui le imprese del settore Horeca possono trovare, come unica fiera B2B del Centro Italia, tutto quello che occorre per lo sviluppo del proprio business e di conseguenza per ampliare e migliorare le potenzialità e gli orizzonti. Ci siamo impegnati a fondo quest’anno per l’organizzazione visti i risultati ottenuti dal turismo in Umbria, per una edizione che consentirà di far diventare l’evento sempre più un punto di riferimento per tutta l’attività horeca". Intervenuti all’inaugurazione, inoltre, Roberto Morroni, vicepresidente della Regione Umbria, Paola Lungarotti, sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, presidente di Umbriafiere, e Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria e di Confcommercio Umbria. Fra gli appuntamenti di oggi, alle ore 9, del "3° Trofeo della pizza" a cura di Molino sul Clitunno. La competizione, con nuovi premi in palio e una nuova giuria, è quindi pronta a decretare il nuovo maestro della pizza. Si è rimarcato quindi lo sviluppo di un settore che cresce e che è collegato strettamente allo sviluppo del turismo. Sotto i riflettori pertanto, durante i quattro giorni di evento, c’è un settore strategico per una regione come l’Umbria e che, soprattutto per il rilancio postcovid, ha rappresentato un elemento di sollievo importante per il tessuto economico regionale.

Momento di confronto dedicato agli operatori del settore ma ha interesse generale per tutto quello che propone a livello di innovazione, nuove tecnologie, tecniche e nuove esperienze-tendenze che si stanno vivendo in questi contesti. Materie prime, arredamento da interno ed esterno, impianti, attrezzature, macchinari, complementi e tanto altro, per dare una svolta al locale o all’attività, distribuiti in 4 padiglioni, per un totale di 16.000 metri quadrati, tre macroaree tematiche (Food, Equipment e Contract) e oltre 300 stand.