Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 mag 2022

Discarica degli inerti: ora si passa

Spoleto, dopo le richieste dei cittadini torna la possibilità di smaltire materiale di modeste dimensioni

19 mag 2022
L’assessore Agnese Protasi
L’assessore Agnese Protasi
L’assessore Agnese Protasi
L’assessore Agnese Protasi
L’assessore Agnese Protasi
L’assessore Agnese Protasi

Anche a Spoleto, dopo diversi mesi, si torna a poter smaltire inerti in piccole dimensioni. La lettera aperta dell’assessore comunale all’ambiente, Agnese Protasi, indirizzata ai vertici della Vus ha portato i frutti sperati è l’azienda di proprietà pubblica a poco più di una settimana dallo sfogo relativo ad una serie di disservizi ha provveduto a risolvere almeno una delle problematiche che hanno interessato gli spoletini negli ultimi mesi. Per smaltire i rifiuti provenienti da piccoli lavori edili infatti, già da un po’, i residenti della città di Spoleto erano costretti a spostarsi, con tutte le difficoltà del trasporto, a Castel Ritaldi, Campello sul Clitunno o addirittura Foligno. Questa situazione inevitabilmente ha anche favorito la creazione di piccole discariche abusive in varie zone della città che ora dovranno essere bonificate con fondi pubblici. "Dopo mie diverse segnalazioni di presenza di amianto dentro gli inerti dell’isola ecologica di Santo Chiodo – aveva scritto l’assessore Protasi –, mi era stato promesso che nel giro di 15 giorni si sarebbe smaltito il tutto. Sono passati quasi due mesi e nulla si è mosso. Molti mezzi sono fermi, nei centri di raccolta alcuni materiali non vengono nemmeno più raccolti dagli operatori". Ebbene già da giovedì 12 maggio è stato riaperto il centro di raccolta dei rifiuti di Santo Chiodo e si può tornare a conferire finalmente materiale edilizio in piccole quantità. Il centro è aperto tutti i giorni (dal lunedì al venerdì) dalle 8 alle 13 e nel pomeriggio dalle 14 alle 19. È possibile conferire rifiuti anche il sabato mattina dalle 8.30 alle 12.30. La Valle Umbra Servizi precisa che "il servizio è ad esclusivo utilizzo domestico per piccole manutenzioni edili ed è vietato il conferimento a imprese e chiunque ne fa un’attività professionale".

La stessa azienda pubblica ribadisce l’importanza di tale servizio e la notevole disponibilità di apertura agli accessi all’utenza fornendo alcune indicazioni ai cittadini. Innanzitutto Il rifiuto da consegnare va differenziato prima dell’accesso al centro di raccolta. Può accedere al centro di raccolta solo un utente alla volta ed il flusso viene regolato dagli addetti di Valle Umbra Servizi. È obbligatorio attendere le indicazioni dell’operatore ed in caso di incolonnamento delle auto gli utenti dovranno posizionarsi in modo da non creare ingorghi o problemi alla circolazione stradale.

D. M.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?