Norcia (Perugia), 18 febbraio 2017 - La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, pubblica oggi sul proprio profilo Facebook le foto delle prime diciotto casette in legno che domenica mattina alle 11 verranno consegnate agli sfollati, aventi diritto, di San Pellegrino di Norcia.

La presidente presenta le due immagini con un semplice commento: "San Pellegrino area Sae terminata", dove Sae sta per Soluzioni abitative in emergenza. Questi moduli, di 60 e 40 metri quadrati, sono i primi ad essere stati terminati, e quindi abitati fin dai prossimi giorni, in tutta l'area colpita dal sisma nel Centro Italia. La loro assegnazione fa riferimento alle domande presentate all'indomani della scossa del 24 agosto scorso, che provocò danni anche a molte abitazioni di Norcia.

Sempre per far fronte a quell'episodio di agosto, il Comune di Norcia nei prossimi giorni - come aveva già assicurato l'assessore Giuseppina Perla - consegnerà altre 20 casette appena fuori le mura della città, mentre servirà ancora qualche settimana per ultimare i 63 alloggi che sono in via di realizzazione nella zona industriale. Poi si comincerà a lavorare per far fronte all'emergenza abitativa emersa dopo le scosse del 26 ottobre e soprattutto, dopo quella del 30 che, con il 6.5 di magnitudo, è stata la più violenta registrata in Italia dal 1980 ad oggi.

Sempre a Norcia sono iniziati i lavori per la copertura del campanile di Santa Maria Argentea, che insieme alla basilica di San Benedetto è il luogo di culto più importante di Norcia. Incessante il lavoro per salvare le opere d'arte del territorio.