"Assisi più bella e accogliente". Confronto sul nuovo manuale dell’arredo urbano e del decoro

L’amministrazione è intenzionata a vararlo in vista del centenario francescano. Ieri riunione con le associazioni di categoria, lunedì 23 assemblea aperta a tutta la cittadinanza. .

"Assisi più bella e accogliente". Confronto sul nuovo manuale  dell’arredo urbano e del decoro

"Assisi più bella e accogliente". Confronto sul nuovo manuale dell’arredo urbano e del decoro

Per il Comune è una corsa contro il tempo, per gli operatori una preoccupazione in più. Prosegue la fase partecipativa e di ascolto da parte dell’amministrazione comunale sul nuovo manuale dell’arredo urbano e del decoro degli spazi pubblici per Assisi: l’amministrazione è intenzionata a vararlo in vista del centenario francescano, ribadendo anche che farà la sua parte sia nel garantire contributi agli esercenti o aventi titolo che si adegueranno alle nuove regole prima del 2026 e sia nello stanziare risorse per cambiare e migliorare gli elementi di arredo pubblici come fioriere, portasegnali e dissuasori, cestini per la raccolta dei rifiuti, illuminazione pubblica. Ieri si è svolta una riunione, organizzata dalla commissione edilizia, alla quale il presidente Giuseppe Cardinali ha invitato le associazioni di categoria, mentre lunedì 23 sera, alle ore 21, nella Sala della Conciliazione, l’amministrazione organizza un’assemblea aperta a tutta la cittadinanza. La proposta del nuovo manuale di arredo urbano, redatta da esperti e finanziata da Mibact e Unesco, è pubblicata da agosto sul sito istituzionale del Comune per il confronto e la presentazione delle osservazioni da parte dei cittadini, delle associazioni di categoria, degli operatori economici e sociali e di tutti i portatori di interesse. Oltre alla bozza di manuale, che contiene l’analisi di contesto, le schede tipologiche, i criteri e le modalità di attuazione, ed è scaricabile insieme alla presentazione, nel link è previsto un apposito form per inviare osservazioni, suggerimenti e proposte, compilando uno spazio dedicato. L’assemblea del 23 ottobre – viene evidenziato dal Comune - raccoglierà ulteriori suggerimenti e istanze. L’elaborazione del manuale è frutto di un lavoro lungo tre anni e rappresenta una sfida ambiziosa della visione della città lanciata verso il 2026, anno dell’ottavo centenario della morte di San Francesco. L’obiettivo che l’amministrazione vuol condividere con esercenti e cittadini è quello di far diventare "Assisi ancora più bella" e accogliente, più fruibile e attenta alle esigenze di comunità e visitatori.