Al Perugia non basta un super Seghetti. La Vis Pesaro rimonta e strappa il punto

Biancorossi due volte avanti, con Iannoni e con il baby attaccante, ma i marchigiani recuperano. Contestazione della Nord .

Al Perugia non basta un Seghetti super, assist e gol: al Curi la Vis Pesaro rimonta due volte e strappa un pareggio che per il Grifo è una grande sconfitta. Si chiude con la contestazione dei tifosi della Nord che stavolta, oltre che con il presidente Santopadre, se la prendono anche con la squadra al triplice fischio. L’unico applaudito è il giovane Seghetti che prima aveva servito l’assist per il vantaggio di Iannoni e a fine primo tempo aveva rimediato al pareggio di Pucciarelli con la rete del 2-1. Ma è nella ripresa che il Grifo delude. Lezioso, poco efficace, con un solo tiro in porta e per la prima volta con la fase difensiva e il pacchetto arretrato meno solidi del previsto, in sofferenza contro il gigante Sylla, tutti imbambolati in occasione del 2-2 di Karlsson. Un peccato, un’altra volta il Perugia si lecca le ferite e lascia punti superficialmente, con la gara in pugno e contro un avversario alla portata. E adesso, con Torres e Cesena che hanno liquidato, rispettivamente, Recanatese e Arezzo, lo svantaggio cresce: dieci punti dai sardi, dodici dai bianconeri, con il Pescara che arriva i biancorossi a quota 30 punti. La gara. Il Perugia parte all’attacco, ma al primo affondo della Vis Pesaro rischia con Sylla che da buona posizione non inquadra la porta (5’). La squadra ospite chiude ogni varco, si difende compatta, lascia solo Sylla qualche metro più avanti per ripartire. Ma al 15’ il Grifo passa con Iannoni, lesto a inserirsi, e a mettere dentro il preziosissimo assist di Seghetti. I biancorossi continuano a spingere ma non incidono e alla mezzora la Vis fa 1-1 con Pucciarelli: Iannoni non è efficace a contrastare al limite, il fantasista raccoglie e infila Adamonis. Un pari che dura poco, perché Seghetti conferma di essere un cecchino quando servito da Santoro al limite dell’area, si gira e infila e segna il 2-1 (38’). Allo scadere del primo tempo Iannoni va ko, al suo posto Torrasi. Nella ripresa il primo e unico squillo biancorosso arriva al 13’, quando Ricci conclude una bella azione di Santoro e Matos, ma il tiro è debole. Banchieri cambia davanti e le scelte gli danno ragione perché Karlsson appena entrato trova la rete del 2-2 (20’), con la difesa statica nell’area piccola. Il Perugia spinge senza colpire e rischia di cadere. La cosa più bella della giornata lo striscione "Forza Mimmo" esposto dalla curva della Vis Pesaro.