A spasso nella storia, il ritorno di “Perugia 1416“. Oggi l’anteprima nel segno della ciaramicola

Anteprima di Perugia 1416 con tavola rotonda sulla ciaramicola. Da domani sfide medievali e corteo storico per il Palio. Eventi culturali e taverne aperte oggi.

A spasso nella storia, il ritorno di “Perugia 1416“. Oggi l’anteprima nel segno della ciaramicola

A spasso nella storia, il ritorno di “Perugia 1416“. Oggi l’anteprima nel segno della ciaramicola

Anteprima nel segno della ciaramicola. E’ una tavola rotonda sul “dolce amato dai perugini” a dare il via oggi alla nona edizione di Perugia 1416, la rievocazione dedicata a Braccio che da domani a domenica vedrà i cinque rioni sfidarsi in giochi medievali e nel grande corteo storico per la conquista del Palio. A parlare della ciaramicola, oggi alle 17.30 alla Sala dei Notari, con ingresso libero, saranno Simone Sorbaioli, vicario generale dell’Arcidiocesi, Massimo Moscatelli, delegato dell’Accademia Italiana della Cucina, Giuliana Piandoro, vicesegretario generale Camera di Commercio dell’Umbria, Giulia Giovagnoni, creatrice del bozzetto della ciaramicola per l’Accademia della Cucina e Marilena Moretti Badolato, autrice del libro “Il Torcolo di San Costanzo e la Ciaramicola. I dolci dei fidanzati”. Sempre in questa giornata di anteprima, alle 19.15 nella piazzetta santo Stefano di via dei Priori (in caso di maltempo nella Chiesa di Santo Stefano) si terrà lo spettacolo “Scene di vita medievale” con il Gruppo Teatrale Sant’Andrea del Rione Porta Santa Susanna e la Compagnia di Danza Medievale de Peroscia. Alle 19.30 si aprono le taverne. Ai Giardini Carducci c’è il Rione di Porta Eburnea in collaborazione con i Rioni di Porta Sole e Porta Santa Susanna, al Tempo Bono in via del Cortone la taverna del Rione di Porta San Pietro. E ancora dalle 12 alle 13 nell’ex chiesa della Misericordia in via Oberdan si apre la mostra “Altera Effigies”, con scatti rubati dalle precedenti edizioni di Perugia1416.

Da domani si entra nel vivo con con il Tiro con l’arco (seguito dalla Mossa alla torre e la Corsa del drappo e con la Pax Perusina, il suggestivo ingresso in notturna di Braccio, in pace dopo la battaglia. Domenica pomeriggio è atteso il grande corteo storico con le allegorie dei cinque Rioni sul tema del “viaggio”.