Un vigile urbano (Foto Novi)
Un vigile urbano (Foto Novi)

Firenze, 16 novembre 2020 - La Toscana è in zona rossa dopo l'ultima rilevazione del Ministero della Salute. Che ha assegnato alla regione il massimo grado di rischio da coronavirus, dopo esser stata arancione per una settimana. Su una scala di tre colori (arancione e giallo sono gli altri due) il rosso è dunque il più grave e ad esso si collegano una serie di restrizioni con le quali i cittadini dovranno convivere per un bel po'.

La zona rossa presuppone una regola generale: non è possibile uscire dal proprio comune. Ma soprattutto, si può uscire di casa in generale solo per alcuni comprovati motivi che vanno dal lavoro alla spesa. Ma uscire per fare un giro non è possibile e potremmo incappare in sanzioni anche salate. Ma ecco la guida definitiva alla zona rossa. Leggi anche: Cosa fare se ho dei sintomi covid? La guida

Quando possiamo uscire di casa?

In zona rossa si può uscire di casa in ben precise situazioni: per motivi di salute, ovvero per andare a visite mediche; per motivi di lavoro, ovvero per raggiungere la fabbrica o l'ufficio o il proprio posto, se non si è in smart working: per fare la spesa o andare a comprare oggetti o merci che sono comprese tra quelle autorizzate per la vendita. Perché in zona rossa alcune categorie di attività commerciali dovranno restare chiuse. 

Serve l'autocertificazione?

Sì, per uscire di casa serve l'autocertificazione. Che può essere scaricata a questo link per la stampa. Da ricordare che, in caso di posto di blocco, saranno le stesse forze dell'ordine a fornirvi del modulo di autocertificazione da compilare con i propri dati compreso un numero di telefono fisso o mobile al quale potete essere rintracciati. 

Posso andare a fare la spesa?

Si può andare a fare la spesa. E' uno dei motivi per i quali si può uscire di casa. Per i supermercati, valgono le regole dell'ultima ordinanza della Regione: una persona ogni dieci metri quadri, non di più. Questo potrebbe creare delle code fuori dai punti vendita. Serve la mascherina per fare la spesa, mentre è importante igienizzarsi le mani all'ingresso del supermercato stesso (troverete i dispenser). Sempre secondo l'ultima ordinanza regionale, solo una persona della famiglia può andare a fare la spesa, vietato andare in due o più persone insieme al supermercato. Per evitare assembramenti nel punto vendita stesso. 

Non sono autosufficiente, qualcuno può fare la spesa per me?

Sì, la Toscana ha attivato il servizio Sos Spesa: volontari effettuano la spesa per le persone che non possono uscire di casaDue le modalità per accedere: contattando il numero verde 800814830 dalle 8.30 alle 13.30 dal lunedì al venerdì oppure compilando la lista della spesa disponibile online al link https:www.coopfirenze.itservizio-sosspesa. Chi sceglie il canale online, verrà ricontatato da un operatore per confermare l’ordine e comunicare la data di consegna.

Posso portare fuori il cane?

Portare fuori il proprio animale domestico per i bisogni rientra nelle condizioni di necessità, quindi è possibile mantenere la solita abitudine quotidiana anche più volte al giorno. 

Posso fare la spesa in un comune vicino se i prezzi sono più convenienti?

Sì, il Governo precisa che questo è possbile. Si può andare in un comune vicino se il supermercato che abbiamo scelto ha prezzi più convenienti rispetto alla zona in cui viviamo. 

Che succede a scuola? Chi fa lezione da casa e chi no?

La scuola va in didattica a distanza dalla seconda media inclusa in su. Quindi anche le superiori sono al 100% in didattica a distanza. Le scuole d'infanzia, le elementari e la prima media invece restano in presenza - LEGGI QUI LA GUIDA SCUOLA SCUOLA AL TEMPO DEL COVID

L'università è aperta o chiusa?

L'università è di base tutta chiusa. L'università di Firenze ad esempio ha chiuso le lezioni in presenza anche alle matricole. Per ogni informazione specifica, consultare i social dell'ateneo di cui cerchiamo informazioni. Ogni ateneo può infatti autonomamente organizzare alcune attività in presenza. 

Posso andare a trovare i miei parenti?

Andare a trovare i congiunti non è possibile in zona rossa. Essendo il contagio particolarmente forte in famiglia, le autorità raccomandano di vedere il meno possibile i congiunti che non vivono con noi. Non è possibile incontrare parenti o amici anche all'aperto. 

Posso andare ad assistere un parente non autosufficiente?

Si può fare, rientra nelle condizioni di necessità che consentono di uscire di casa. Ovviamente il Governo raccomanda di proteggere queste persone dai contatti esterni perché probabilmente ammalate e quindi vulnerabili al virus. 

Quali negozi sono aperti e quali chiusi?

Oltre ai supermercati, sono aperti negozi di generi alimentari, edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie restano aperte anche le lavanderie, le ferramenta, negozi di vernici e materiali per costruire, i rivenditori di elettrodomestici, prodotti di informatica ed elettronica di consumo, di ottica e fotografia, benzinai e autosaloni. Rimangono aperti parrucchieri e barbieri, librerie e cartolerie, fiorai, rivenditori di macchine per l’agricoltura e attrezzi da giardinaggio, concessionari di auto e moto, rivenditori di cosmetici, saponi e prodotti igienico- sanitari, articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero; aperti i negozi di biancheria, di confezioni e calzature per bambini e di giocattoli. Chiusi, invece, i negozi di abbigliamento per adulti e i centri estetici.

E se voglio andare al bar o al ristorante?

Bar e ristoranti sono chiusi per quanto riguarda le consumazioni sul posto ma sono aperti per l'asporto: il cliente sceglie la merce, paga e esce. Non è possibile consumare all'interno delle strutture, neanche negli spazi all'aperto dei locali stessi. Bisogna consumare altrove. La colazione al bar dunque è possibile ma solo per il ritiro. Stessa cosa per quanto riguarda il pranzo o la cena al ristorante. I locali saranno aperti per l'asporto fino al massimo alle 22.

Ci saranno i mercatini di Natale?

I mercatini di Natale non ci saranno. Sono assimilati alle manifestazioni commerciali di natura fieristica, che sono vietate, e dunque anche i mercatini non avranno luogo. 

Posso fare sport? E come?

Lo sport è consentito anche lontano da casa, ma bisogna andare da soli e non in gruppo. Ad esempio, se sono a Firenze e voglio andare a correre al Parco delle Cascine o se sono a Livorno e voglio andare a correre sul lungomare posso farlo. Ma appunto da solo e rispettando i distanziamenti dagli altri. Consentiti dunque jogging, bicicletta e simili. Per raggiungere il luogo in cui faremo l'attività di jogging o altro sport si può usare l'auto. Il luogo deve essere all'interno del comune in cui siamo. 

E se voglio semplicemente fare una passeggiata?

Qui la situazione cambia. Passeggiare è possibile ma soltanto nei dintorni della propria abitazione. Non ci si può allontanare. Pena possibili sanzioni. Per la passeggiata intorno a casa è necessario portare la mascherina. 

Posso andare alla Messa? E al cimitero?

Partecipare alla Messa è consentito. Ovviamente sta alle singole diocesi ricordare ai parroci di far rispettare il distanziamento negli edifici religiosi. E' consentito anche andare al cimitero a visitare i propri defunti. 

Le partite di calcio dei campionati professionistici continuano?

Sì, le partite di Serie A, B e C continuano. Ovviamente senza pubblico. A inizio campionato per un breve periodo sono stati ammessi fino a mille spettatori in alcuni stadi. Ma poi, con la seconda ondata di coronavirus, le strutture sportive sono tornate vuote. 

E i campionati di calcio giovanili?

Tutti i campionati di calcio giovanili in Toscana sono sospesi. Alcune società giovanili mantengono gli allenamenti, che devono essere comunque effettuati con distanziamento e in sicurezza, mentre altre società hanno definitivamente sospeso l'attività.