Gabriele Detti
Gabriele Detti

Firenze, 25 luglio 2021 - La prima grande delusione azzurra a Tokyo 2020 è arrivata in piena notte italiana: Gabriele Detti ha concluso solo al sesto posto la finale dei 400 stile libero, nella quale era chiamato a difendere il terzo posto di Rio 2016. Esordiente molto convincente, invece, per la nazionale di pallavolo femminile, che ha schiacciato 3-0 la Russia.

Nuoto, la delusione

La Toscana ha tifato nei 400 stile libero in piena notte (erano le 3.30) ma la medaglia d'oro è andata al tunisino Ahmed Hafnaoui, con un tempo alto (3'43« 36) sicuramente condizionato dal fatto che le finali olimpiche di nuoto si disputano di mattina, un responso cronometrico che accresce l'amarezza per la prova di Detti.

"È un'occasione sprecata - ha detto il nuotatore azzurro - non lo definirei un flop, ma con il tempo di vittoria si poteva tranquillamente fare. Non cerco scusanti ma questo - ha ammesso - è stato un anno davvero strano".

Altri due azzurri (Alberto Razzetti e Ilaria Cusinato) erano in gara nelle finali dei 400 misti, ma entrambi hanno chiuso all'ottavo e ultimo posto. Benissimo Niccolò Martinenghi nei 100 rana: il suo record italiano (58»28) gli è valso il terzo tempo assoluto delle finali e ora aumentano le speranze di una medaglia (quella d'oro pare non poter sfuggire all'inarrivabile Peaty).

Pallanuoto, l'Italia vince facile

Tutto facile all'esordio nel torneo di pallanuoto maschile per il Settebello, che, come da pronostico, ha avuto vita facile contro il Sudafrica (sconfitto per 21-2) e adesso attende il prossimo test, certamente più impegnativo, contro la Grecia. Un'inattesa soddisfazione azzurra l'ha regalata il tennis, dove, a sorpresa, Camila Giorgi (numero 58 al mondo) ha rifilato un secco 6-3 6-2 alla statunitense Brady (16 al mondo). Ha invece rinunciato al torneo di singolare maschile Andy Murray.

Volley, Italia-Russia 3-0

L' Italia del volley femminile ha esordito con autorevolezza oggi nelle Olimpiadi di Tokyo battendo la Russia con un tondo 3-0. Il ct Davide Mazzanti ha espresso soddisfazione per la prova delle sue giocatrici. "C'era - ha detto - tanta emozione perché comunque veniamo da un periodo in cui, non avendo giocato, non sai mai cosa aspettarti. Devo dire che abbiamo fatto la fase break benissimo. Nel cambio palla abbiamo ancora margine. Le partite del girone ci aiuteranno ad aumentare il ritmo in cambio palla".

Canottaggio e altri sport

Continua a dispensare emozioni il canottaggio italiano, che nella mattinata giapponese ha portato in finale anche il quattro di coppia femminile, composto da Valentina Isetti, Alessandra Montesano, Veronica Lisi e Stefania. L'Italia non si qualificava a questa finale da Los Angeles '84. Dopo il passaggio ai quarti di finale, conquistato contro la Gran Bretagna, ora la squadra donne di tiro con l'arco dovranno vedersela con la fortissima Corea del Sud. Nelle ultime ore, è cominciata anche una delle gare più attese dagli italiani, quella del fioretto femminile: l'Italia ha qualificato al secondo turno Arianna Errigo e Alice Volpi, già eliminata Martina Batini. Peggio hanno fatto gli uomini della spada, con il solo Andrea Santarelli ancora in corsa, mentre Daniele Garozzo e Marco Fichera sono già fuori. Nel judo, infine, sono ai quarti di finale Marco Lombardo (66 kg) e Odette Giuffrida (52)