ALESSANDRO LATINI
Sport

"Nzola-Beltran ci faranno divertire", Pradè racconta le tentazioni di Nico

Il direttore sportivo scommette sulle qualità delle punte viola. "Ci aspettiamo tanti gol da loro, sono sicuro". Poi il retroscena sulle mosse attorno a Gonzalez: "Il presidente ha rifiutato 45 milioni per lui. Sono tanti soldi"

Daniele Pradè (a sinistra) insieme a Rocco Commisso, nel corso della serata di mercoledì, quando è stato inaugurato il Viola Park. Il direttore sportivo ha parlato di mercato e futuro

Daniele Pradè (a sinistra) insieme a Rocco Commisso, nel corso della serata di mercoledì, quando è stato inaugurato il Viola Park. Il direttore sportivo ha parlato di mercato e futuro

Firenze, 13 ottobre 2023 – “Siamo un’outsider”. La frase è rimbalzata via veloce nella notte della sbornia per l’inaugurazione del Viola Park. In mezzo ai fuochi d’artificio ed agli effetti nel cielo disegnati dai droni, c’è stato anche spazio per parlare di calcio. Daniele Pradè non si è sottratto. D’altra parte è il suo mondo. Quel "siamo un’outsider" oggi racchiude un po’ tutto quel che circonda la Fiorentina. Che un obiettivo sportivo ancora non se lo è dato. Presto per farlo a metà ottobre, più avanti l’asticella sarà posizionata. Lo scorso anno Joe Barone parlò apertamente di ottavo posto da conquistare in campionato a girone di ritorno inoltrato. Adesso la Fiorentina lotterà partita dopo partita. Certo, un obiettivo chiaro c’è già: passare il girone di Conference League. In campionato no. Vincere più partite possibili. Poi si vedrà. Anche perché quella risposta il ds viola l’ha data in merito ad una domanda che chiamava in causa la squadra di Italiano nella corsa al quarto posto. Testa bassa e pedalare, il motto è stato questo anche ieri alla ripresa degli allenamenti, con il gruppo ridotto all’osso.

Il tema punte oggi è meno pressante della scorsa sosta. Nzola ha trovato il gol contro il Cagliari, Beltran ancora no. Ma la Fiorentina si sta concedendo il lusso di poterli aspettare, mandando in rete tanti altri elementi. "Ci aspettiamo gol anche da parte loro - ha spiegato Pradè -. Sono due giocatori diversi. Nzola è giocatore potente, Beltran ha grandissima qualità. Solo un periodo di ambientamento, poi ci farà divertire". Un po’ come sta facendo Nico Gonzalez, la stella più luminosa dell’organico di Italiano. "Adesso un prezzo preciso non ce l’ha. Il presidente ha rifiutato tanti soldi, quasi 45 milioni per lui. Ci sta dando tanto, è uno di quei calciatori determinanti come ce ne sono pochi nelle squadre". Parola di Pradè. In una notte storica e di festa per la Fiorentina. Perdere di vista l’obiettivo non si può. Anche se ancora nessuno lo ha voluto esplicitare.