Firenze, 4 maggio 2021 - Una spilla come segno dell'amore per la Fiorentina è protagonista del documentario Romeo Menti, storia di amore e sport: morì a Superga con la Fiorentina nel cuorerealizzato per La Nazione.it dal giornalista Roberto Davide Papini (insieme, per la parte tecnica, alla sezione Informatica, Tecnica e Multimediale de La Nazione online). Un video che riproponiamo in occasione dell'anniversario della tragedia di Superga.

 Grande ala destra vicentina, Romeo Menti militò tra i viola, contribuì alla risalita in A nel '38/'39 e fu uno dei protagonisti della vittoria della Coppa Italia nel 1940, primo trofeo della storia gigliata.

Romeo Menti passò alla storia soprattutto per essere uno degli "invincibili" del Grande Torino. Il legame con Firenze restò fortissimo anche negli anni in cui vestì la maglia granata (a Firenze sposò Giovanna Baldasseroni, dalla loro unione sono nati Titti e Cristiano) e lo sarà fino alla fine, fino a quel 4 maggio 1949, quando l'aereo che riportava a casa i campioni d'Italia da una trasferta a Lisbona si schiantò contro il retro della basilica di Superga. Non ci furono superstiti e tra le vittime c'era anche Menti: il suo corpo venne riconosciuto proprio per il distintivo della Fiorentina portato sulla giacca. Un cimelio oggi conservato al Museo del calcio di Coverciano.

Il documentario  Romeo Menti, storia di amore e sport: morì a Superga con la Fiorentina nel cuore  ha vinto il premio «Gentleman Fair Play» a Sport Movies & TV 2019 – Milano international Ficts Fest, il festival presieduto da Franco Ascani.