Il tecnico della Lucchese, Di Stefano (Alcide)
Il tecnico della Lucchese, Di Stefano (Alcide)

Meda (Monza e Brianza), 2 maggio 2021 – La Lucchese ritorna in Serie D al termine di un campionato sempre in salita. Un campionato, quello di Lega Pro, che assieme ai rossoneri decreta la retrocessione tra i dilettanti anche di Livorno e Pistoiese.

La fomazione toscana si schiera con il classico 4-4-2 di mister Di Stefano. I rossoneri devono in tutti i modi cercare di portare a casa i tre punti e sperare nei risultati di Livorno e Pistoiese. Un match che si gioca su buoni ritmi con il Renate e che prova a fare la partita. Al 12’ Di Stefano è costretto a fare a meno di Marcheggiani, per lui un guaio muscolare al suo posto Zennaro. Tre minuti più tardi Dumancic salva sulla linea di porta un gol fatto. Guglielmotti scende sulla destra e crossa per Nocciolini che in rovesciata tutto solo mette paura alla difesa rossonera. Ci prova anche Giovinco al 25’ ma la sua alzata di testa termina poco sopra la traversa.

Tutti i pericoli sono arrivati dalla fascia destra dove Guglielmotti e Kabaschi hanno praterie davanti a loro con Maestrelli e Panati che faticano a frenarli. La Lucchese si fa vedere al 42’ con un buon tiro di Cruciani deviato in angolo. In pieno recupero Guglielmo si “beve” Maestrelli e pesca in area di rigole Nocciolini, che tutto solo da dietro ha il tempo di elevarsi e di battere di testa Pozzer sul suo primo palo. Doccia fredda per la Lucchese che adesso per sperare di rimanere in Lega Pro deve vincere e a questo punto segnare due gol al Renate sarà un’impresa difficile se non disperata.

Nella ripresa la Lucchese prova subito a recuperare il match con una punizion da fuori area di Benassi che temrina di poco a lato. Ancora in avanti i rossoneri al 17’ con Zennaro che si fa deviare in angolo il suo tiro da buona posizione. Al 21’ Bianchi d’esterno prova ad impensierire con una conclusio. Insidiosa Gemello, che è costretto alla respinta. I rossoneri provano con la forza della disperazione a trovare il gol. Alla fine però è il Renate che fa festa con la conquista del terzo posto e con la Lucchese che dopo un solo un anno ritorna in serie D.

Il tabellino

RENATE (3-4-1-2): Gemello; Possenti, Silva, Damonte; Guglielmotti, Vicente (12’ st Burgio), Ranieri (38’ st Magli), Anghileri; Kabashi; Nocciolini, Giovinco (32’ st Maistrello). (A disp.: Bagheria, Marafini, Langella, Santovito, Galuppini, Rada). All. Diana.

LUCCHESE (4-4-2): Pozzer; Pellegrini, Dumancic, Benassi 38’ st Dalla Bernardina), Maestrelli (16’ st Lo Curto); Nannelli (38’ st Sbrissa), Meucci, Cruciani, Panati (1’st Petrovic); Bianchi, Marcheggiani. (A disp.: Biggeri, Lionetti, Cellamare, Solcia, Bartolomei, Galardi, Marinai). All. Di Stefano.

Arbitro: Michele Giordano di Novara.

Rete: 48’ pt Nocciolini.









Note: ammoniti Vicente, Ranieri, Maestrelli, Benassi, Cruciani, Lo Curto, Bianchi; recupero 3’ pt e 4’ st.