Lucchese-Juventus Next Gen 3-2, i rossoneri volano ai quarti

La sfida si decide nei tempi supplementari con Magnaghi e Russo

L'esultanza rossonera (Alcide)
L'esultanza rossonera (Alcide)

Lucca, 28 novembre 2023 – La Lucchese prosegue il cammino in Coppa Italia, battendo 3-2 la Juventus ai tempi supplementari.

Ottavi di finale di Coppa Italia tra Lucchese e Juventus Next Gen. Gorgone vara un 4-3-3, facendo giocare quei giocatori che al momento hanno trovato meno spazio. Così troviamo Coletta tra i pali, difesa a quattro con Quirini, Sueva, Merletti, Perotta. A centrocampo Sueva, Tumbarello, Dijbril, in avanti il tridente formato da Sueva, Romero e Rizzo Pinna.

I bianconeri mandano in campo quasi tutti gli under, che sono ben dieci su undici giocatori schierati. La Lucchese parte bene e al 3’ di prova con Sueva di testa, ma il portiere ospite devia in angolo. La Juve non sta a guardare ed al 9’ ha l’occasione per passare in vantaggio. Perotta perde palla sulla trequarti, Cerri crossa al centro dell’area dove Anghelè da solo davanti alla porta non riesce a trovare la deviazione vincente. I rossoneri tornano in avanti al 17’ con Rizzo Pinna che fa tutto bene, ma la sua conclusione viene murata da Perotti. Episodio dubbio al 23’ con il numero sette rossonero, che viene trattenuto per la maglia da Perotti, ma il direttore di gara fa cenno di proseguire. Tre minuti più tardi è Romero, che prova a sfiorare il gol, ma la palla termina di poco a lato. Quasi allo scadere è Sabbione che ci prova di testa, ma questa volta la difesa bianconera salva sulla linea di porta. Il primo tempo si conclude qui con le due formazioni che hanno dato vita ad una bella gara, ma che nessuna però è riuscita a passare in vantaggio.

Parte meglio la Lucchese che al 4’ con Sueva costringe Scaglia alla deviazione, poco dopo tocca a capitan Coletta distendersi per intercettare un tiro insidioso di Valdesi al 12’. Torna di nuovo in avanti la Lucchese al 18’ con Yeboah che chiama Scaglia alla deviazione in angolo. Di nuovo pericolosa la Lucchese al 28’ sempre con Yeboah che in scivolata non arriva su un cross di Alagna.

Al 39’ ci pensa Rizzo Pinna a sbloccare il match con un bel rasoterra imprendibile, ma al 44’ arriva la doccia fredda con Merletti che atterra in area Anghelè, l’arbitro concede il calcio di rigore, che Palumbo trasforma. Non c’è tempo per altro e si va così ai tempi supplementari. La Lucchese prova a sbloccare il match di nuovo con Sueva al 4’ ma Scaglia devia in angolo E’ la Juve che riesce invece a segnare con Guerra, che di destro batte Coletta al 14’. E’ di nuovo tutto da rifare per i rossoneri, che a questo punto sono costretti ad inseguire per riacciuffare il risultato. Ma ci pensa Magnaghi che di testa all’8’ devia un cross di Cangianiello. Un finale di marca tutta rossonera, con Russo che ad un minuto dalla fine riporta in vantaggio i rossoneri, regalando così il passaggio del turno ai rossoneri.  

 LUCCHESE (4-2-3-1): Coletta; Quirini, Sabbione, Merletti, Perotta (22’ st Alagna); Sueva (4’ st Russo), Tumbarello (22’ st Cangianiello), Djibril (5’ pts Gucher); Yeboah, Romero (4’ pts Magnaghi), Rizzo Pinna (9’ pts Guadagni). (A disp. Chiorra, Toma, Berti, Benassai, Quochi, Leone, Guadagni, De Maria). All. Gorgone.  

JUVENTUS NEXT GEN (4-5-3): Scaglia; Stiavello, Citi, Stramaccioni (21’ st Savona); Perotti (42’ st Guerra), Valdesi, Maressa (29’ st Mulazzi), Damiani (21’ st Palumbo), Rouhi (29’ st Ntenda); Cerri (1’ pts Turicchia), Anghelè. (A disp.: Daffara, Crespi, Muharemovic, Mancini, Doratiotto, Crapisto, Florea). All. Brambilla.  

Arbitro: Peletti di Cremona.  

Reti: 39’ st Rizzo Pinna, 44’ st (rig.) Palumbo, 14’ pts Guerra, 8’ sts Magnaghi, 14’ sts Russo.   Note: angoli 11-3; espulso al 14’ sts Mulazzi per proteste; ammoniti Alagna, Gorgone, Quirini, Valdesi e Stivanello; recupero 1’ pt, 4’ st, 2’ pts e 2’ sts.